Tag Archives: Catherine Deneuve

Venezia76 – Concorso: “La vérité”, un film di Kore-eda Hirokazu, la recensione

La Vérité (id, Francia/Giappone, 2019) di Kore-eda Hirokazu con Catherine Deneuve, Juliette Binoche, Ethan Hawke, Clementine Grenier, Ludivine Sagnier, Manon Clavel, Roger Van Hool, Maya Sansa

Sceneggiatura di Kore-eda Hirokazu

Commedia, 1h 46’, BiM, in sala dal 3 ottobre 2019

Voto: 8 su 10

Al suo primo film europeo, quasi un “atto di fiducia” dopo la Palma d’Oro a Cannes 2018 per l’acclamato Un affare di famiglia, il giapponese Kore-eda Hirokazu cambia lingua ma il sentire è lo stesso. I sentimenti umani, specie se inquadrati all’interno di un complesso famigliare, rispondono tutti al medesimo codice emotivo, che esplodano in una palafitta fatiscente o in una lussuosa villa parigina. Con La vérité, il regista torna ancora una volta a riflettere sui legami affettivi tra genitori e figli e su cosa li renda realmente tali; per farlo, si affida a due attrici straordinarie, Catherine Deneuve e Juliette Binoche, e a una formula che ci accompagna sin dalla notte dei tempi: meglio una verità crudele o una bugia a fin di bene?

Venezia76: “La vérité” di Kore-eda Hirokazu film di apertura, in Concorso

La vérité (The Truth), diretto da Kore-eda Hirokazu (Un affare di famiglia; The Third Murder; Like Father, Like Son) e interpretato da Catherine Deneuve, Juliette Binoche, Ethan Hawke, è il film di apertura, inConcorso, della 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (28 agosto – 7 settembre 2019) diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta.

“Dio esiste e vive a Bruxelles”, finta provocazione senza alcun senso

Dio esiste e vive a Bruxelles (Le tout nouveau testament, Belgio/Francia/Lussemburgo, 2015) di Jaco Van Dormael con Benoît Poelvoorde, Pili Groyne, Catherine Deneuve, François Damiens, Yolande Moreau, Laura Verlinden, Serge Lirivière, Marco Lorenzini

Sceneggiatura di Thomas Gunzig, Jaco Van Dormael

Commedia, 1h 53′, I Wonder Pictures/Unipol Biografilm Collection, in uscita il 26 novembre 2015

Voto: 4 su 10

Perché Dio dovrebbe esistere e vivere a Bruxelles? Non lo spiega purtroppo, insieme a una marea di altre leziose stravaganze fini a se stesse, il regista belga Jaco van Dormael in questa sua ultima fatica cinematografica, Dio esiste e vive a Bruxelles, a oltre 6 anni di distanza dal piccolo cult Mr. Nobody.