Category Archives: News

Venezia76: la selezione ufficiale e i titoli in Concorso

L’elenco completo dei film selezionati alla 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia è stato reso noto nel corso della conferenza stampa di presentazione del programma, che si è svolta a Roma giovedì 25 luglio alle ore 11.00 (Cinema Moderno).

Sono intervenuti alla conferenza stampa il Presidente della Biennale di Venezia Paolo Baratta e il direttore del settore Cinema Alberto Barbera.

I film in Concorso a Venezia 76 sono:

Venezia76: “The Burnt Orange Heresy” di Giuseppe Capotondi è il film di chiusura

The Burnt Orange Heresy sarà proiettato in prima mondiale sabato 7 settembre, nella Sala Grande delPalazzo del Cinema al Lido di Venezia, a seguire la cerimonia di premiazione.

Il mondo dell’arte e quello della malavita si scontrano nel thriller neo-noir The Burnt Orange Heresy, ambientato nell’Italia odierna. Il carismatico critico d’arte James Figueras (Claes Bang) seduce l’affascinante turista  Berenice Hollis (Elizabeth Debicki). I due nuovi innamorati raggiungono la lussuosa proprietà sul Lago di Como del potente collezionista d’arte Cassidy (Mick Jagger). Questi rivela di essere il mecenate dello schivo Jerome Debney (Donald Sutherland), una sorta di J.D. Salinger del mondo dell’arte, e avanza ai due una strana richiesta: rubare a qualsiasi costo uno dei capolavori di Debney dallo studio dell’artista. Ma appena la coppia inizia a conoscere il leggendario Debney, comprende che nulla di quel personaggio e della loro missione è ciò che sembra.

Venezia76: i film restaurati di Venezia Classici

La 76. Mostra del Cinema di Venezia si terrà al Lido dal 28 agosto al 7 settembre 2019, diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale presieduta da Paolo Baratta.

Venezia Classici è la sezione che dal 2012 presenta alla Mostra in anteprima mondiale, con crescente successo, una selezione dei migliori restauri di film classici realizzati nel corso dell’ultimo anno da cineteche, istituzioni culturali e produzioni di tutto il mondo. Curata da Alberto Barbera con la collaborazione di Stefano Francia di CelleVenezia Classici presenta inoltre una selezione di documentari sul cinema e i suoi autori. La Giuria presieduta da Costanza Quatriglio è composta da 22 studenti, ognuno indicato dai docenti dei diversi corsi di cinema delle università italiane, dei DAMS e della veneziana Ca’ Foscari.

Venezia76: “La vérité” di Kore-eda Hirokazu film di apertura, in Concorso

La vérité (The Truth), diretto da Kore-eda Hirokazu (Un affare di famiglia; The Third Murder; Like Father, Like Son) e interpretato da Catherine Deneuve, Juliette Binoche, Ethan Hawke, è il film di apertura, inConcorso, della 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (28 agosto – 7 settembre 2019) diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta.

Venezia76: “Estasi” di Gustav Machatý per la serata di Pre-apertura

Il film-scandalo della II Mostra del Cinema di Venezia del 1934, Extase (Estasi, 1932) scritto e diretto da Gustav Machatý, con Hedy Kiesler (poi Hedy Lamarr, come fu ribattezzata a Hollywood), è il film scelto per la serata di Pre-apertura di martedì 27 agosto della 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia, che si terrà nella Sala Darsena (Palazzo del Cinema) al Lido.

Extase sarà proiettato al Lido presentando in prima mondiale il restauro digitale del film in 4K. Il restauro è realizzato dal Národní filmový archiv (Cineteca di Praga) grazie al sostegno di Milada Kučerová e Eduard Kučera e alla collaborazione con Film Servis Festival Karlovy Vary. Le lavorazioni sono state effettuate presso il laboratorioL’Immagine Ritrovata di Bologna. L’obiettivo del restauro era quello di ricostruire una versione del film che fosse il più possibile fedele all’originale in lingua ceca, cioè quella presentata a Venezia nel 1934. Poiché nessun elemento di questa versione originale si è conservato, il Národní filmový archiv ha dovuto ricorrere a versioni in altre lingue e in lingua ceca successive. I partner che hanno contribuito al restauro sono British Film Institute, Cinémathèque16, Cinémathèque suisse, CNC, Danish Film Institute, Filmarchiv Austria, Gaumont e Slovak Film Institute.    

Venezia76: Julie Andrews e Pedro Almodóvar Leoni d’Oro alla carriera

I Leoni d’Oro alla carriera della 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica sono stati attribuiti alla grande attrice inglese Julie Andrews, protagonista – tra i suoi numerosi successi internazionali – di classici amati in tutto il mondo quali Mary Poppins (1964), Tutti insieme appassionatamente (1965) e Victor Victoria (1982), e al regista spagnolo Pedro Almodóvar, autore di capolavori come La legge del desiderio (1986), Donne sull’orlo di una crisi di nervi (1988), Tutto su mia madre (1998) e Volver (2006)
La decisione è stata presa dal Cda della Biennale di Venezia presieduto da Paolo Baratta, che ha fatto propria la proposta del Direttore della Mostra Alberto Barbera.

ATTRAVERSAMENTI MULTIPLI: il festival crossdisciplinare alla sua 18a edizione

Tra i numerosi appuntamenti che compongono il calendario dell’Estate Romana, promossa da Roma Capitale, spicca per originalità e contenuti sociali il Festival Attraversamenti Multipli, giunto alla sua 18^ edizione. Creatura crossdisciplinare nata dalla fucina in continuo fermento artistico dell’Associazione Culturale Margine Operativo, la manifestazione quest’anno abbraccia e rende propria l’idea che i confini rappresentino, fisicamente e simbolicamente, una delimitazione. Al suo interno, tuttavia, vi è la potenziale opportunità di diventare terreno fertile dove possano fondersi concetti, culture ed espressioni creative differenti tra loro, in modo che la diversità non generi divisione ma, anzi, diventi fonte di arricchimento e rispetto reciproco.

Dal 15 al 29 settembre 2018 gli spettacoli di teatro, musica e danza testimonieranno come Attraversamenti Multipli non sia un evento come tutti gli altri. Con la direzione artistica di Alessandra Ferraro e Pako Graziani, le perfomance eleggono a quinte teatrali lo scenario urbano, quelle stesse strade e quei muri che percorriamo e vediamo ogni giorno. Non c’è distacco dal pubblico, si è tutti protagonisti, quasi come se le storie raccontate fossero scritte dalle vicende del nostro quotidiano mentre l’applauso degli spettatori diventa sipario.

Oltre all’isola pedonale di largo Spartaco a Roma (nel quartiere del Quadraro) questa esperienza di condivisione si svolgerà anche nel centro storico di Calcata e in quello di Faleria, in provincia di Viterbo.

Alla luce dello slogan #sconfinamenti, scelto dal Festival per quest’anno, non resta che chiedervi: quali confini vorreste superare?

Venezia75: il programma con tutti i film in concorso

Sono 21 in tutto i film in concorso alla 75esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, in programma dal 29 agosto all’8 settembre. Conferenza stampa come di consueto tenutasi a Roma alla presenza del direttore artistico Alberto Barbera , tra loro anche le opere di tre registi italiani: “Suspiria” di Luca Guadagnino, con Dakota Johnson, Tilda Swinton, Mia Goth e Chloë Grace Moretz, “Capri – Revolution” di Mario Martone, con Marianna Fontana, Reinout Scholten van Aschat, Antonio Folletto, Gianluca Di Gennaro, Eduardo Scarpetta, Jenna Thiam, Ludovico Girardello, Lola Klamroth, Maximilian Dirr e Donatella Finocchiaro, e “What You Gonna Do When The World’s On Fire” di Roberto Minervini, Judy Hill, Dorothy Hill, Michael Nelson, Ronaldo King, Titus Turner, Ashley King e Kevin Goodman.

“The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains”, la mostra al MACRO di Roma

È stata inaugurata ieri al MACRO di Roma “The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains​”. La mostra arriva nella Capitale, per essere riproposta dopo l’allestimento al Victoria and Albert Museum di Londra, fatta eccezione per i riferimenti dedicati all’Italia. Nick Mason, batterista e fondatore della band insieme a Roger Waters ricorda che a poca distanza dal MACRO, nello storico locale romano del Piper, ebbe luogo uno dei primi concerti dei Pink Floyd in Italia, nell’aprile 1968.
Anche questa circostanza ha spinto la band e gli organizzatori a scegliere la sede romana per l’Italia. Una emozionata Virginia Raggi, sindaco di Roma, introduce alla conferenza stampa e si dice orgogliosa di rappresentare Roma in questo avvenimento così esclusivo. Una pioggia accecante di flash precede l’arrivo delle vere star, Roger Waters e Nick Mason​, quest’ultimo consulente ufficiale dell’esposizione per conto dei Pink Floyd, fanno fatica a farsi largo tra i fotografi e a guadagnare il loro posto sul palco. Siamo tutti addetti ai lavori, ma l’emozione ci assale. Il moderatore cerca invano di mettere ordine: “Signore e signori, prendete posto per favore”. Si torna quasi adolescenti davanti ai due grandi musicisti.

Cinedeaf, il Festival Internazionale del Cinema Sordo: quando il silenzio si trasforma in arte

Quando ci si confronta sul tema della sordità nella produzione cinematografica, riaffiora immediatamente nella memoria collettiva l’indimenticabile interpretazione di Marlee Matlin in Figli di un Dio minore, film che nel 1987 le fece ottenere (prima attrice sorda nella storia) il premio Oscar e, allo stesso tempo, aprì un varco tra il mondo dei sordi, fino ad allora in prevalenza ignorato e percepito come estraneo, e quello degli udenti che furono spinti a riflettere su una realtà che avevano troppo spesso lasciato ai margini. In tempi più recenti, la giovanissima Millicent Simmonds, madrelingua, ha conquistato il pubblico dell’ultimo Festival di Cannes con la pellicola Wonderstruck, dove recita in Lingua dei Segni. Mentre, l’altrettanto promettente tredicenne Millie Bobby Brown, è diventata uno dei personaggi più amati dell’acclamata serie televisiva Stranger Things, nonostante la sua quasi totale sordità da un orecchio che, tuttavia, non le impedisce di lavorare con notevole talento in prodotti destinati agli udenti.