Tag Archives: Peppe Servillo

“Song ‘e Napule”, cuoricini, camorra e tante risate

Song ‘e Napule (Italia, 2013) dei Manetti Bros con Alessandro Roja, Giampaolo Morelli, Serena Rossi, Paolo Sassanelli, Peppe Servillo, Carlo Buccirosso, Ciro Petrone

Sceneggiatura di Marco Manetti, Antonio Manetti, Michelangelo La Neve da un soggetto di Giampaolo Morelli

Commedia, 1h 54′, Microcinema, in uscita il 17 aprile 2014

Voto Di Giacomantonio: 8 su 10
Voto D’Errico: 6 su 10

Paco Stillo (Roja), borghesuccio di Napoli, viene raccomandato al Questore Vitali (Buccirosso) per entrare in polizia. Entrato a far parte del corpo, viene assegnato alla scrivania del deposito giudiziario. Ma Stillo ha studiato al conservatorio e ha l’animo musicale, quindi mal si adatta alla lotta in prima linea contro la camorra. Un giorno il commissario Cammarota (Sassanelli) gli ordina di infiltrarsi al matrimonio della robusta e viziata figlia del boss di Somma Vesuviana, dopo aver saputo che fra gli invitati ci sarà anche Ciro Serracane detto “O fantasma” (Servillo), il temutissimo boss della camorra.

Servillo, Girotto e Mangalavite al Roma Jazz Festival ci raccontano il “Futbòl”

TRIO GIROTTO: FUTBÒL

Javier Girotto – sax
Peppe Servillo – voce
Natalio Mangalavite – pianoforte

21 ottobre 2013, Roma Jazz Festival

Voto: 6½ su 10

Osvaldo Soriano è stato un grande scrittore e giornalista, ha scritto di spettacolo, di politica, di attualità. Ma soprattutto Soriano era un grande conoscitore di calcio. Non esperto delle minuzie tecniche, ne di tutte le formazioni a memoria o degli albi d’oro dei mondiali. Lui conosceva la magia del calcio, quello che muove gli uomini e le masse, l’orgoglio e l’amore che suscita nei tifosi e nei cittadini, e in più una serie di aneddoti incredibili e bellissimi.

“Le voci di dentro”, il contemporaneo nella tradizione

Le voci di dentro 

di Eduardo De Filippo
regia Toni Servillo
scene Lino Fiorito
costumi Ortensia De Francesco
luci Cesare Accetta
suono Daghi Rondanini
aiuto regia Costanza Boccardi
con Toni Servillo, Peppe Servillo, Chiara Baffi, Betti Pedrazzi, Marcello Romolo, Gigio Morra, Lucia Mandarini, Vincenzo Nemolato, Marianna Robustelli, Antonello Cossia, Daghi Rondanini, Rocco Giordano, Maria Angela Robustelli, Francesco Paglino

voto: 8 su 10

Le parole si sono svuotate del proprio senso. Quel parlare senza dire niente, denunciato nel periodo post-bellico da un Eduardo-attore monologante/afasico, si è profeticamente realizzato. Le voci di dentro (1948), rimesso in scena da Toni Servillo, infatti, potrebbe essere un testo del tempo presente.