Tag Archives: Christopher Walken

“La famiglia Fang”, genitori e figli senza identità nel film di Bateman

La famiglia Fang (The Family Fang, Usa, 2016) di Jason Bateman con Nicole Kidman, Jason Bateman, Christopher Walken, Maryann Plunkett, Jason Butler Harner, Kathryn Hahn, Harris Yulin

Sceneggiatura di David Lindsay-Abaire, romanzo omonimo di Kevin Wilson (ed. Fazi)

Drammatico, 1h 47’, Adler Entertainment, in uscita il 1 settembre 2016

Voto: 6 su 10

La presenza di Jason Bateman, anche regista alla sua seconda opera, non inganni: La famiglia Fang non è una delle tante, innocue commediole americane in cui l’attore ha presenziato negli ultimi anni. È piuttosto una grottesca e dolente indagine sulla manipolazione che certi genitori attuano sui propri figli, creando degli adulti fragili e smarriti. Se poi i genitori sono degli artisti d’avanguardia c’è ben poco da stare allegri.

“Jersey Boys”, i ragazzi di Clint dal musical su Frankie Valli e i Four Seasons

Jersey Boys (id, Usa, 2014) di Clint Eastwood, con John Lloyd Young, Erich Bergen, Vincent Piazza, Michael Lomenda, Christopher Walken, Mike Doyle, Renée Marino, Erica Piccininni, Freya Tingley, Jeremy Luke, Joey Russo

Sceneggiatura di John Logan, Marshall Brickman e Rick Elice, dal loro omonimo musical di Broadway

Biografico, 2h 15′, Warner Bros. Entertainment Italia, in uscita il 18 giugno 2014

Voto: 7½ su 10

L’interesse particolare che da sempre Clint Eastwood dedica all’universo musicale ha già avuto modo, in passato, di tramutarsi in splendide e sentite trattazioni drammatiche, dal country di Honkytonk Man (1982) al jazz di Charlie Parker in Bird (1986). Pur avendo ammesso di non amare troppo il nuovo genere pop rock sfumato al doo-wop tanto in voga negli anni Cinquanta, Eastwood non ha rinunciato a trasportare sul grande schermo il musical di Broadway Jersey Boys, di Marshall Brickman e Rick Elice, sull’ascesa e il declino di una delle boy band più influenti di quel periodo e di tutta la cultura americana a venire, i Four Seasons. 

“Una fragile armonia”, un dramma radicale sull’ambizione e sulla perfezione

Una fragile armonia (A late quartet, Usa, 2012) di Yaron Zilberman, con Philip Seymour Hoffman, Catherine Keener, Mark Ivanir, Christopher Walken, Imogen Poots, Wallace Shawn

Sceneggiatura di Yaron Zilberman e Seth Grossman

Drammatico, 1h 45’, Good Films, in uscita il 12 settembre 2013

Voto: 7½ su 10

Sono pochissimi i film che hanno tentato di indagare le fragilità della natura umana utilizzando le tonalità profonde e fugaci della musica. Si riaffacciano alla memoria I favolosi Baker del bellissimo e sottovalutato esordio di Steve Kloves, con i fratelli Beau e Jeff Bridges al piano a contenere il fulgore della sciantosa Michelle Pfeiffer,  o ancora l’amicizia a suon di brividi jazz di Bertrand Tavernier in Round Midnight.

“Uomini di parola”, quella nostalgia senile dell’hard boiled americano

Uomini di parola (Stand Up Guys, Usa, 2012) di Fisher Stevens, con Al Pacino, Christopher Walken, Alan Arkin, Lucy Punch, Julianna Margulies, Vanessa Ferlito, Addison Timlin, Katheryn Winnick, Mark Margolis, Craig Sheffer, Bill Burr, Yorgo Constantin

Sceneggiatura di  Noah Haidle

Commedia, 1h 35’, Koch Media, in uscita l’11 luglio 2013

Voto: 6 su 10

Dopo 28 anni di galera, il gangster Valentine (Pacino) ritrova il vecchio compare di un tempo e suo migliore amico Doc (Walken). Peccato che questi abbia da ricoprire un ruolo ingrato: ucciderlo entro poche ore per conto di un loto lontano boss, intenzionato a vendicare la morte del figlio. Nel giro di una notte rivivranno le emozioni dei tempi andati, insieme al terzo componente della banda, Hirsch (Arkin), fatto evadere dall’ospizio e, tra sesso, pugni e furti d’auto, andranno fieramente in contro al loro destino.