“TILT”, uno spettacolo di Le Cirque world’s top Performers, la recensione

TILT

di Le Cirque world’s top Performers

con i migliori performer di Le Cirque du Soleil e del Circo Contemporaneo Mondiale

Andato in scena al Teatro EuropAuditorium di Bologna

Voto: 9 su 10

L’arte del circo non è più quella di una volta. Se si pensa che per incantare grandi e piccini attraverso quest’antichissima forma di spettacolo sia necessario far passare i leoni in cerchi di fuoco o vedere gli elefanti che camminano su due zampe, ci si sbaglia di grosso. Per fortuna il circo contemporaneo non ha più bisogno di questi orpelli ma si avvale solo della strabiliante dote umana di plasmare il proprio corpo ai limiti dell’inverosimile e di sfidare, con coraggio e bravura, la gravità e il pericolo.

Ed è proprio su questi capisaldi che è nato lo spettacolo TILT, l’inedito family show di Le Cirque world’s top Performers, andato in scena al Teatro EuropAuditorium di Bologna, nel quale i più strepitosi artisti del Cirque du Soleil e del Circo Contemporaneo Mondiale, dopo l’enorme successo di ALIS che ha coinvolto oltre 175.000 spettatori, tornano in scena con un nuovo spettacolo che promette lo stesso riconoscimento.

Gli ingredienti sono sempre gli stessi: impegno, energia, talento, tanto entusiasmo e un cast che davvero è in grado di spingersi oltre i limiti del possibile umano e forse anche oltre. D’altra parte gli artisti selezionati per lo show fanno parte delle più prestigiose compagnie di circo mondiali e lo stupore, la meraviglia e lo sbalordimento sono garantiti, sia per i più grandi che per i piccini: non è un caso che, già le tappe precedenti di TILT, hanno ottenuto un grande consenso di critica e pubblico.

La direzione artistica è firmata da Anatoliy Zalevskyy. La star, di fama mondiale, si esibirà all’interno dello spettacolo con il suo celebre “White Act”, premiato con il prestigioso Clown d’oro al Festival del circo di Monte Carlo. Maestro senza eguali nella disciplina acrobatica a corpo libero, Zalevskyy è stato applaudito in tutto il mondo, anche con il Cirque du Soleil, in oltre mille spettacoli.

Acrobazie e numeri emozionanti, eseguiti da grandi artisti, si susseguono per quasi novanta minuti coinvolgendo il pubblico in un’esperienza nuova, da vivere tutta d’un fiato e a bocca aperta. In scena ventiquattro formidabili artisti, da Sasha Novac e Yulia Melnyk, due giovani di talento protagonisti nel continuo gioco tra mondo reale e virtuale, alla fantastica coppia formata da Susan e Jimmy: Skating Jasters. Lei italiana e lui di origini brasiliane, provengono da Totem del Cirque du Soleil e presentano un numero acrobatico sui pattini a rotelle tra i più spettacolari ed emozionanti che tiene con il fiato sospeso dall’inizio alla fine.

Forza e abilità si ritroveranno nell’incredibile numero di giocoleria ideato da Vitalii Yarchuk ed eseguito con i palloni da basket (pesanti e ingombranti da maneggiare). Nello spettacolo poi, un’altra artista italiana, Giulia Piolanti, direttamente dallo show Luzia del Cirque de Soleil con il suo spettacolare numero “Acrobatic Pole”.

A dare spunto allo spettacolo è stato il capolavoro cinematografico di Steven Spielberg Ready Player One. Anche qui due mondi si contrappongono, quello reale, che ci appartiene, e quello virtuale, in cui tutto è perfetto ma lontano dalla realtà. Anche qui, come nel film, i protagonisti compiranno prodezze inaudite per conquistare un easter egg. L’uovo come simbolo di rinascita, “rompete il guscio, venite fuori. Vivete pienamente la vostra vita” esorta il saggio che rappresenta il Deus Ex Machina dello show, colui che muove i fili, colui che costruisce mondi onirici e spettacolari perché non ha rinunciato a sognare.

Amelia Di Pietro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.