Tag Archives: michael frayn

“Rumori fuori scena”: al Vittoria è sempre un trionfo

Titolo: RUMORI FUORI SCENA
Di Michael Frayn
con Viviana Toniolo, Annalisa Di Nola, Stefano Messina, Roberto Della Casa, Carlo Lizzani, Elisa D’Eusanio, Claudia Crisafio, Marco Simeoli, Sebastiano Colla
Regia di Attilio Corsini
Al Teatro Vittoria di Roma dal 5 al 17 novembre 2013

Voto: 8 su 10

Trent’anni di repliche di questo spettacolo la dicono lunga. Era valida, e lo è davvero tuttora, la regia del compianto Attilio Corsini. Era valido, e sempre lo sarà, il magnifico testo di Frayn. Era seria e onesta la Compagnia Stabile Attori e Tecnici del Teatro Vittoria, e dimostra sempre di esserlo. Un sonoro “Bravi” dunque a tutti, per aver saputo inscenare una bomba ad orologeria, ormai perla del teatro internazionale: “Rumori fuori scena” rimane una commedia difficilissima da far funzionare, una prova impegnativa se la si vuole superare.

“Qui”: Michael Frayn in nota minore

QUI
di Michael Frayn
regia di Andrea Trovato
con: Anna Cianca, Alessia Sorbello e Andrea Trovato
Scenografie: Katia Titolo e Cinzia Macis
light designer: Giovanna Venzi
Fino al 12 ottobre al Teatro Arcobaleno di Roma

Voto Ozza: 6 su 10

Voto D’Errico: 6 su 10

Qui (Here) non è decisamente il testo più riuscito di Michael Frayn. Con leggerezza (e un pizzico di superficialità) l’autore ci descrive la convivenza di una coppia alle prime armi, con le loro simpatiche indecisioni e le tipiche e tenere paure di chi comincia un qualcosa di nuovo. Nuovo, infatti, è l’appartamento/monolocale che i due innamorati affittano per vivere assieme, nuovo il loro modo di stare insieme, notte e dì, sorvegliati da una padrona di casa che vive al piano inferiore e che monitora ogni loro falso movimento.

“Due di noi”: Solfrizzi e Savino ottimi per Frayn

Titolo: DUE DI NOI
di: Michael Frayn
regia: Leo Muscato
con: Emilio Solfrizzi e Lunetta Savino
Al Teatro Quirino di Roma fino al 24 marzo 2013

Voto Ozza: 8 su 10
Voto D’Errico: 8 su 10

Tempi comici serrati e perfetti, recitazione asciutta, personaggi centrati: è giusto riconoscere il merito a due splendidi interpreti della scena italiana, Emilio Solfrizzi e Lunetta Savino.