Venezia70, William Friedkin Leone d’Oro alla carriera

1238943_219687688186023_1560425257_n

Il regista statunitense William Friedkin, uno dei più importanti esponenti del cinema contemporaneo, con al suo attivo capolavori indiscussi come L’esorcista, Il braccio violento della legge e il recente Killer Joe, è stato premiato con il Leone d’Oro alla carriera, a seguito della proiezione di Sorcerer – Il salario della paura (1977), in una eccellente versione restaurata.

L’autore, che oggi festeggiava anche il suo 78esimo compleanno, si è dichiarato felicissimo per la scelta del film proposto, uno dei suoi migliori e meno conosciuti (remake di Vite vendute di H. C. Cluzot), e ha raccolto minuti di applausi dal pubblico accorso per l’evento.

Nel ricevere il premio ha detto: “L’arte, come diceva Majakovskij, è un martello che serve a trasformare il reale. Per il cinema vale la stessa cosa. Questo è il più importante riconoscimento che mai avessi potuto meritare, secondo solo a mia moglie”.

Giuseppe D’Errico

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>