“The Rocky Horror Show”, il musical rock di Richard O’Brien al Sistina, la recensione

js81368995

Show Bees presenta

THE ROCKY HORROR SHOW

di Richard O’Brien
regia di Christopher Luscombe
con Richard Meek, Haley Flaherty, Liam Tamne, Kristian Lavercombe, Kay Murphy, Paul Cattermole, Dominic Andersen, Sophie Linder- Lee, Richard O’Brien

In scena al Teatro Sistina di Roma fino al 4 dicembre – European Tour

Voto: 9 su 10

Dopo oltre 40 anni dal suo debutto ufficiale, e a 10 dalla sua ultima apparizione italiana, ritorna il più celebre rock musical di tutti i tempi, The Rocky Horror Show di Richard O’Brien che, dal 1973, continua ancora a eccitare le platee di ogni generazione. Il tour europeo ha fatto tappa a Roma, per una settimana di godimento senza remore, che ha catalizzato nella capitale i fan della prima ora abbigliati in boa di struzzo e reggicalze.

L’entusiasmo è giustificabile, parliamo di uno degli spettacoli più idolatrati di sempre, e la prima al Sistina l’ha confermato ancora una volta, con il pubblico che ha interagito con gli attori per l’intera durata, tra frizzi e lazzi di ogni genere. Oltre a una trama di adorabile stramberia, leggermente asciugata nel testo, e alle musiche trascinanti (sul Time Warp è delirio tra le poltrone!), a colpire in senso positivo è il talento straripante di tutti i membri del cast, un affiatamento totale che si fonde in modo unico a voci strepitose. Liam Tamne, un eccezionale Frank ‘n Furter, viene da The Voice UK, ma non è solo questione di voce.  Peccato solo per la mancanza dei sovratitoli (la recitazione è totalmente in lingua originale) e per le dimensione solo un pochino ridotte dell’allestimento itinerante.  Ma siamo certi che una nuova capatina nel castello transilvano la faremmo più che volentieri.

Giuseppe D’Errico

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>