Tag Archives: Teatro Palladium

“Gli alti e bassi di Biancaneve”, uno spettacolo scritto e diretto da Emma Dante, la recensione

Gli-alti-e-bassi-di-BiancaNeve-fotodiCarmineMaringola

GLI ALTI E BASSI DI BIANCANEVE

Testo, regia, scene e costumi Emma Dante
Luci Gabriele Gugliara
con Italia Carroccio, Davide Celona, Daniela Macaluso
produzione Compagnia Sud Costa Occidentale

Nell’ambito del Festival Flautissimo

In scena al Teatro Palladium di Roma l’1 e 2 Dicembre 2018

Voto: 7½ su 10

C’è un’idea di teatro, di spettacolo, c’è un significato attentamente pensato dietro a ogni movimento scenico, in ciascuno dei quadri narrativi che, assieme, compongono questa allegra messa in scena della ben nota favola della principessa Biancaneve.

Inizia con una chiassosa ragazza che lancia in alto le sue bambole di pezza, assai infantile e senza troppi pensieri per la testa, beatamente ignara dei malumori di una regina madre che coreografa crucci e battibecchi di fronte ad uno specchio che ne amplifica ogni femminile, umana debolezza.

“Persone naturali e strafottenti” di Giuseppe Patroni Griffi, uno spettacolo di Giancarlo Nicoletti, la recensione

714b47f9609563a7e663123ee4734805_M

PERSONE NATURALI E STRAFOTTENTI
di Giuseppe Patroni Griffi

con Marisa Laurito, Giovanni Anzaldo, Filippo Gili, Federico Lima Roque
direttore di produzione Diego Rifici
organizzazione Cinzia Storari
disegno luci Daniele Manenti
aiuto regia Alessandro Solombrino – Giuditta Vasile
una produzione Altra Scena in collaborazione con Sycamore T Company
regia Giancarlo Nicoletti

Andato in scena al Teatro Palladium di Roma dal 3 al 6 Maggio 2018

Voto: 5½ su 10

Un’anteprima nazionale decisamente interessante, quella di Persone naturali e strafottenti, testo scandalo di Giuseppe Patroni Griffi andato per la prima volta in scena nel 1974 con la regia dell’autore stesso e un cast che comprendeva Pupella Maggio, Gabriele Lavia e Mariano Rigillo. Il nuovo allestimento, diretto da Giancarlo Nicoletti, riporta sulla scena drammatica un’attrice dal carisma solitamente rassicurante e popolare come Marisa Laurito, alle prese con un personaggio sofferente e fitto di ombre; ad affiancarla ci sono Giovanni Anzaldo, Filippo Gili e Federico Lima Roque. Testo importante, un regista dal nobile curriculum e un gruppo di interpreti di solidissimo mestiere, però, non hanno assicurato la riuscita di uno spettacolo che, troppo spesso, mostra la corda e scade in un’assordante pipinara.