Tag Archives: Paola Cortellesi

“Ma cosa ci dice il cervello”, un film di Riccardo Milani, la recensione

ma-cosa-ci-dice-il-cervello-1217

Ma cosa ci dice il cervello (Italia, 2019) di Riccardo Milani con Paola Cortellesi, Stefano Fresi, Vinicio Marchioni, Claudia Pandolfi, Lucia Mascino, Carla Signoris, Remo Girone, Tomas Arana, Teco Celio, Paola Minaccioni, Ricky Memphis, Giampaolo Morelli, Alessandro Roja

Sceneggiatura di Furio Andreotti, Giulia Calenda, Paola Cortellesi e Riccardo Milani

Commedia, 1h 38′, Vision Distribution, in uscita il 18 aprile 2019

Voto: 4½ su 10

Qual è il difetto principale di un film come Ma cosa ci dice il cervello? Il film di Riccardo Milani, reduce dal successo trionfale di Come un gatto in tangenziale e scritto dalla stessa squadra di sceneggiatori, parte con le migliori intenzioni moralizzatrici: far riflettere il pubblico sulle quotidiane bassezze che l’italiano medio deve sopportare, spesso in modo inerme, per poter arrivare a fine giornata. L’intento è subito messo in chiaro sin dalle sequenze d’apertura, con la protagonista, col volto avvilito di Paola Cortellesi, che esce di casa per accompagnare la figlia a scuola e recarsi lei stessa alla propria sede lavorativa, ma il percorso è disseminato di continui ostacoli: sacchetti della spazzatura lanciati dal finestrino, cacche di cane sul marciapiede, auto posteggiate in doppia fila che bloccano il traffico, improperi violenti e utilizzo selvaggio del clacson si sprecano, parcheggi scriteriati e tanto altro. Si direbbe che il film, evidentemente, si pone sulla scia di una bonaria critica sociale, e non ci sarebbe nulla di male in questo, tutt’altro.

“Mamma o papà?”, un film di Riccardo Milani, la recensione

mammaOpapa-700x430

Mamma o papà? (Italia, 2017) di Riccardo Milani con Paola Cortellesi, Antonio Albanese, Carlo Buccirosso, Matilde Gioli, Stefania Rocca, Claudio Gioé, Anna Bonaiuto, Luca Marino, Marianna Cogo, Alvise Marascalchi, Luca Angeletti

Sceneggiatura di Giulia Calenda, Paola Cortellesi, Riccardo Milani

Commedia, 1h 38’, Medusa, in uscita il 14 febbraio 2017

Voto: 2 su 10

Vorrebbe divertire, ma è solo infinitamente triste. Si illude di essere moderna, ma è solo antidiluviana. Crede di essere scorretta, ma è solo becera e infantile. È Mamma o papà?, la nuova commedia di Riccardo Milani, ex regista di belle speranze ormai completamente votato all’incasso più facile, che esce a San Valentino perché in qualche modo dovrebbe parlare anche d’amore. Questa incommentabile strategia di marketing fa comunque il paio con la pochezza del film, scritto davvero male dallo stesso Milani con sua moglie Paola Cortellesi, con l’intervento di Giulia Calenda, a partire dal soggetto di un’omonima pellicola francese del 2015 di Martin Bourboulon.

“Qualcosa di nuovo”, due mattatrici in una gradevole commedia al femminile

foto-qualcosa-di-nuovo-17-low-1030x615

Qualcosa di nuovo (Italia, 2016) di Cristina Comencini con Micaela Ramazzotti, Paola Cortellesi, Eduardo Valdarnini, Eleonora Danco

Sceneggiatura di Cristina Comencini, Giulia Calenda, Paola Cortellesi

Commedia, 1h 35’, 01 Distribution, in uscita il 13 ottobre 2016

Voto: 6½ su 10

Il passaggio da palcoscenico a grande schermo è sempre una manovra molto delicata e, spesso, fatale quando parliamo di testi italiani contemporanei. È ancora caldo il cadavere di Dobbiamo parlare, diretto da Sergio Rubini, trasposizione cinematografica fallimentare dell’omonima pièce teatrale, a sua volta non un granché, scritta dallo stesso autore pugliese. Cristina Comencini, con Qualcosa di nuovo, è stata più accorta e certamente più scaltra. Ha preso il suo spettacolo La scena, non proprio tra le sue produzioni migliori (lo recensimmo qui) e lo ha riadattato, in sede di sceneggiatura, facendone una perfetta commedia degli equivoci a uso e consumo del pubblico che al cinema vuole passare un’ora e mezza di pace. La sorpresa è che il testo, così rimaneggiato, funziona meglio che a teatro.

“Gli ultimi saranno ultimi”, delude il dramedy sociale di Bruno e Cortellesi

M

Gli ultimi saranno ultimi (Italia, 2015) di Massimiliano Bruno con Paola Cortellesi, Alessandro Gassmann, Fabrizio Bentivoglio, Ilaria Spada, Stefano Fresi, Irma Carolina di Monte, Silvia Salvatori, Giorgio Caputo, Emanuela Fanelli, Marco Giuliani, Marco Falaguasta

Sceneggiatura di Paola Cortellesi, Massimiliano Bruno, Furio Andreotti, Gianni Corsi dall’omonima commedia teatrale

Drammatico, 1h 43′, 01 Distribution, in uscita il 12 novembre 2015

Voto: 5 su 10

Gli ultimi saranno ultimi è stato uno degli spettacoli teatrali più visti del decennio scorso: 189 repliche e una tenitura nei cartelloni italiani durata oltre tre anni, con Paola Cortellesi unica in scena a intepretare tutti i personaggi su una pedana rotante. Testo splendido, scritto da Massimiliano Bruno e diretto da Giampiero Solari, sulla tragedia del singolo sfruttato dalle leggi del nuovo mercato, che trova in questa trasposizione cinematografica una banalizzazione immeritata.

Il “Maraviglioso Boccaccio” dei maravigliosi fratelli Taviani

1

Meraviglioso Boccaccio (Italia, 2015) di Paolo e Vittorio Taviani, con Lello Arena, Paola Cortellesi, Carolina Crescentini, Flavio Parenti, Vittoria Puccini, Michele Riondino, Kim Rossi Stuart, Riccardo Scamarcio, Kasia Smutniak, Jasmine Trinca, Josafat Vagni, Melissa Bartolini, Eugenia Costantini, Moisè Curia, Miriam Dalmazio, Camilla Diana, Fabrizio Falco, Ilaria Giachi, Barbara Giordano, Rosabell Laurenti Sellers, Lino Guanciale

Sceneggiatura di Paolo e Vittorio Taviani

Drammatico, 1h 58′, Teodora, nelle sale dal 26 febbraio 2015

Voto Ozza: 8½ su 10
Voto D’Errico: 8 su 10

La grazia femminile, come non si vedeva da tempo, immortalata dalla sapienza del ritratto di primo piano, e la capacità di dirigere gesti, movenze, il “portamento”, parola ormai desueta, se non altro perché molti attori sembrano non badarci più.
Il conflitto per eccellenza: Eros e Thanatos, vita/amore e morte, celato nelle frasi musicali, suggerito nelle inquadrature, dichiarato in qualche fotogramma, per il senso e il tema del racconto.

“Scusate se esisto!”, Cortellesi scatenata senza una confezione adeguata

bova_cover

Scusate se esisto! (Italia, 2014) di Riccardo Milani con Paola Cortellesi, Raoul Bova, Marco Bocci, Corrado Fortuna, Lunetta Savino, Ennio Fantastichini, Cesare Bocci, Stefania Rocca

Sceneggiatura di Giulia Calanda, Paola Cortellesi, Furio Andreotti, Riccardo Milani

Commedia, 1h 46′, 01 Distribution, in uscita il 20 novembre 2014

Voto: 6½ su 10

Sarebbe potuto essere un prezioso gioiellino Scusate se esisto!, l’ultima commedia italiana in ordine di tempo a occupare gli schermi nostrani prima della grande abbuffata natalizia, diretta da Riccardo Milani dopo lo sproloquio populista di Benvenuto presidente e da lui anche sceneggiata (ma al soggetto ha collaborato anche Ivan Cotroneo) in compagnia di Giulia Calanda (La bestia nel cuore), Furio Andreotti e della moglie Paola Cortellesi, protagonista scatenata. In ogni caso, tra le mille operazioni ridanciane uscite negli ultimi tempi, questa è senz’altro la meglio riuscita.

“Sotto una buona stella”, commedia sociale con una coppia vincente

Sotto-una-buona-stella-primo-trailer-della-commedia-con-Carlo-Verdone-e-Paola-Cortellesi

Sotto una buona stella (Italia, 2014) di Carlo Verdone, con Carlo Verdone, Paola Cortellesi, Tea Falco, Lorenzo Richelmy, Eleonora Sergio, Simon Blackhall

Sceneggiatura di Carlo Verdone, Pasquale Plastino, Gabriele Pignotta, Maruska Albertazzi

Commedia, 1h 46′, Filmauro, in uscita il 13 febbraio 2014

Voto: 6½ su 10

Ancora una volta, Carlo Verdone torna a parlare della realtà del nostro paese in una commedia famigliare dal sapore agrodolce. Sono lontani i tempi degli equilibri perfetti tra dramma e sorrisi (e, in questo, Compagni di scuola resta una pietra miliare insuperata della cinematografia italiana contemporanea) e, come ha ammesso lo stesso attore e regista, questo suo ultimo Sotto una buona stella, a due anni dal precedente Posti in piedi in Paradiso, è il frutto di una gestazione particolarmente travagliata.