Tag Archives: Francesco Petruzzelli

“Quel che accadde a Jack, Jack, Jack e Jack”, uno spettacolo scritto e diretto da Francesco Petruzzelli, la recensione

che accadde a jack10

QUEL CHE ACCADDE A JACK, JACK, JACK E JACK
di Francesco Petruzzelli

con Federico Fiocchetti, Giulia Gallone, Michele Lisi, Carlotta Mangione, Diego Parlanti, Lorenzo Parrotto, Francesco Petruzzelli
Scene Paola Castrignanò
Costumi Anna Missaglia
Luci Javier Delle Monache
Direttore di scena Camilla Piccioni
Assistente alla Regia Francesca Caprioli
Foto di scena Riccardo Freda
Regia Francesco Petruzzelli

In scena al Teatro Studio Eleonora Duse dal 21 al 23 dicembre

Voto: 8 su 10

Un padre e i suoi tre figli, quattro uomini e le loro convinzioni, una famiglia nella quale vige un fiera, costante, orgogliosa disarmonia. Il padre chioccia annuncia all’improvviso la sua imminente dipartita, quasi una sorta di sfida con la quale la sua progenie si troverà a dover fare i conti, ciascuno secondo i tratti che gli son propri: il primogenito, serissimo avvocato che pretende una perfezione che non può esistere, il figlio di mezzo, che vive in esilio sul divano di casa, ostaggio delle proprie fobie, e l’ultimogenito, il contestatore ribelle che deve ancora trovare il suo posto in una società alla quale apertamente si oppone.

“Fred’s Diner”, testo ostico affrontato con passione, in Trend

10438169_1151795068173489_552921905224154491_n

XIV TREND FESTIVAL
Barbaros presenta
FRED’S DINER
di Penelope Skinner
traduzione Enrico Luttmann
con Michele di Mauro, Pia Lanciotti, Aurora Peres, Francesco Petruzzelli, Camilla Semino Favro, Carlo Valli
scene Paola Castrignanò
costumi Anna Missaglia
luci Marco D’Amelio
traduzione di Enrico Luttmann
locandina Werther Dell’Edera
progetto grafico Cosimo Lorenzo Pancini
produttori esecutivi Cristina Poccardi, Giacomo Bisordi
regia Giacomo Bisordi
produzione Società per Attori / Barbaros

In scena al Teatro Belli di Roma dal 12 al 15 novembre

Voto: 7½ su 10

Definita dal quotidiano Indipendent “la più importante autrice giovane inglese”, Penelope Skinner fa parte di una certa drammaturgia che, per ambienti e stile linguistico, si contraddistingue subito come tipicamente anglosassone. In Fred’s Diner, portato in scena per la prima volta al Chichester Festival Theatre, c’è uno sfoggio tale di slang e quotidiana sciatteria da riportare alla mente certi ruvidi affreschi britannici di tanto cinema e teatro degli anni Ottanta e Novanta.

“La gatta sul tetto che scotta”: miagola in birignao nel piatto allestimento di Cirillo

2

LA GATTA SUL TETTO CHE SCOTTA
Di: Tennessee Williams
Regia: Arturo Cirillo
Traduzione: Gerardo Guerrieri
Con: Vittoria Puccini e Vinicio Marchioni Paolo Musio, Franca Penone, Salvatore Caruso, Clio Cipolletta, Francesco Petruzzelli
Scene Dario Gessati
Costumi Gianluca Falaschi
Luci Pasquale Mari
Musiche Francesco De Melis
Prodotto da: Compagnia Gli Ipocriti- Fondazione Teatro della Pergola
In scena fino al 15 marzo 2015 al Teatro Ambra Jovinelli di Roma

Voto: 4 su 10

La gatta sul tetto che scotta: che titolo altisonante, che autore immortale. Quanto è immenso questo dramma, che se ne infischia del tempo e dello spazio e riesce a parlare ancora oggi, in qualsiasi parte del mondo venga rappresentato. L’Italia però sembra non adorare Tennessee: pochi allestimenti dei suoi drammi, molti dei quali poco riusciti (forse non lo sappiamo recitare? forse neanche dirigere?). Non fa eccezione quest’ultimo allestimento a firma di Arturo Cirillo, raggelante per la direzione attoriale e per una messa in scena che sembra non volere far i conti con un senso, con un “perché” voler riproporre questo titolo, con quale urgenza, con quale intento, in quale chiave.