Tag Archives: Emma Dante

“Gli alti e bassi di Biancaneve”, uno spettacolo scritto e diretto da Emma Dante, la recensione

Gli-alti-e-bassi-di-BiancaNeve-fotodiCarmineMaringola

GLI ALTI E BASSI DI BIANCANEVE

Testo, regia, scene e costumi Emma Dante
Luci Gabriele Gugliara
con Italia Carroccio, Davide Celona, Daniela Macaluso
produzione Compagnia Sud Costa Occidentale

Nell’ambito del Festival Flautissimo

In scena al Teatro Palladium di Roma l’1 e 2 Dicembre 2018

Voto: 7½ su 10

C’è un’idea di teatro, di spettacolo, c’è un significato attentamente pensato dietro a ogni movimento scenico, in ciascuno dei quadri narrativi che, assieme, compongono questa allegra messa in scena della ben nota favola della principessa Biancaneve.

Inizia con una chiassosa ragazza che lancia in alto le sue bambole di pezza, assai infantile e senza troppi pensieri per la testa, beatamente ignara dei malumori di una regina madre che coreografa crucci e battibecchi di fronte ad uno specchio che ne amplifica ogni femminile, umana debolezza.

“La voix humaine” di Poulenc e “Cavalleria Rusticana” di Mascagni, uno spettacolo di Emma Dante

Cavalleria_rusticana_Antepiano_02-04-17_MG_7903_∏Rocco_Casaluci_2017

LA VOIX HUMAINE di Francis Poulenc e CAVALLERIA RUSTICANA di Pietro Mascagni con la regia di Emma Dante e la direzione d’orchestra di Michele Mariotti.

In scena al Teatro Comunale di Bologna fino al 18 aprile

Voto: 9 su 10

Due atti unici che mai prima d’ora si erano visti accostati. A unirli un sottile filo rosso, il viaggio verso i sentimenti, quelli non corrisposti, quelli che logorano e che fanno uscire di senno, quelli tormentati e struggenti. Infatti, sia ne La voix humaine di Francis Poulenc e Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni, emerge la disperazione provocata dall’amore non corrisposto, della difficoltà delle relazioni che traccia anche un intrigante affresco dell’animo umano. Questo inedito dittico, in prima assoluta al Teatro Comunale di Bologna dal 9 al 18 aprile ha altri due protagonisti d’eccellenza che suscitano curiosità e interesse: Emma Dante, che di questo lavoro ha curato la regia e Michele Mariotti, Direttore d’orchestra tra i più apprezzati nel panorama musicale italiano.

Venezia70: “Via Castellana Bandiera”, Emma Dante e la metafora di un paese in panne

521678_10151492648316767_1217995898_n

Via Castellana Bandiera (Italia, 2013) di Emma Dante, con Emma Dante, Elena Cotta, Alba Rohrwacher, Renato Malfatti, Dario Casarolo, Carmine Maringola, Sandro Maria Campagna, Elisa Parrinello

Sceneggiatura di Emma Dante, Giorgio Vasta, Licia Eminenti, dal romanzo omonimo di Emma Dante (ed. Rizzoli)

Drammatico, 1h 30’, Istituto Luce

70.Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. In Concorso

Voto: 7½ su 10

L’esordio dietro la macchina da presa di una delle personalità più intense del teatro italiano contemporaneo era molto atteso, tanto da meritare il concorso al Leone d’Oro. Emma Dante, con la trasposizione del suo romanzo omonimo, Via Castellana Bandiera, ha contraccambiato con un film appassionato e profondamente attuale, tradizionale nell’impianto e nell’estetica ma forte di una vitalità, di una tigna che di rado si incontra nel nuovo cinema italiano.

Venezia70: ecco i 20 titoli in corsa per il Leone d’Oro

Filming+Continues+Under+Skin+Starring+Scarlett+Y7_-JDESjF1l

Ecco il programma dei film In Concorso della 70° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, diretta da Alberto Barbera. Tre gli italiani in concorso (L’intrepido di Gianni Amelio, Sacro G.R.A. di Gianfranco Rosi e Via Castellana Bandiera, opera prima della regista teatrale Emma Dante), che gareggeranno per il Leone d’Oro con Tracks di John Curran (con Mia Wasikowska), Miss Violence di Alexandros Avranas, Tom a la femme di Xavier Dolan, Under the Skin di Jonathan Glazer (con Scarlett Johansson, foto), Child of God di James Franco, Night Moves di Kelly Reichardt (con Jesse Eisenberg e Dakota Fanning, foto), Kaze Tachinu di Hayao Miyazaki, The Unknown Known: The Life and Times of Donald Rumsfeld di Errol Morris, Les Terrasses di Merzak Allouache, Joe di David Gordon Green (con Nicolas Cage), Philomena di Stephen Frears (con Judi Dench), Die Frau Des Polizisten di Philip Groning, Ana Arabia di Amos Gitai, La Jealousie di Philippe Garrell, The Zero Theorem di Terry Gilliam (con Christoph Waltz), Joaoyou di Tsai Ming Liang e l’opera prima di Peter Landesman, Parkland (con Zac Efron e Marcia Gay Harden).