Tag Archives: Cristiana Capotondi

RomaFF11 – Selezione Ufficiale: “7 minuti”, un film di Michele Placido

60714_ppl

7 minuti (Italia/Francia/Svizzera, 2016) di Michele Placido con Ambra Angiolini, Cristiana Capotondi, Fiorella Mannoia, Maria Nazionale, Violante Placido, Clémence Poésy, Sabine Timoteo, Ottavia Piccolo, Anne Consigny, Michele Placido, Luisa Cattaneo, Erika D’Ambrosio, Balkissa Maiga, Bruno Cariello, Lee Colbert, Mimma Lovoi, Donato Placido, Gerardo Placido

Sceneggiatura di Michele Placido e Stefano Massini, dall’omonima pièce teatrale di Stefano Massini

Drammatico, 1h 32’, Koch Media, in uscita il 3 novembre 2016

Voto: 3 su 10

Fin dove si è disposti ad arrivare per mantenere il proprio posto di lavoro? A questo angoscioso interrogativo ha provato a rispondere Stefano Massini con una pièce teatrale intitolata 7 minuti, che ha viaggiato per l’Italia con la regia di Alessandro Gassman e l’interpretazione centrale di Ottavia Piccolo. Quel testo è ora diventato un film, diretto da Michele Placido e prodotto, con l’aiuto di finanziamenti esteri, dalla moglie Federica Vincenti. Francamente, il risultato lascia molto a desiderare, specie se si pensa all’importanza del tema affrontato.

“Tommaso”, Kim Rossi Stuart insostenibile tra donne e nevrosi

tommaso

Tommaso (Italia, 2016) di Kim Rossi Stuart con Kim Rossi Stuart, Cristiana Capotondi, Jasmine Trinca, Camilla Diana, Dagmar Lassander, Renato Scarpa, Edoardo Pesce, Serra Yilmaz, Ilaria Spada

Sceneggiatura di Kim Rossi Stuart e Federico Starnone

Commedia, 1h 38’, 01 Distribution, in uscita l’8 settembre 2016

Voto: 2 su 10

Avevamo detto solo poco tempo fa, forse con eccessiva asprezza, che un film come Questi giorni di Giuseppe Piccioni rappresenta tutto il peggio che il cinema italiano odierno avesse da offrire. Ma non avevamo ancora visto Tommaso, opera seconda da regista di Kim Rossi Stuart dopo il felice esordio con Anche libero va bene. Proprio da quest’ultimo riprende il personaggio del titolo, che allora era un ragazzino disadattato e turbato dall’assenza della figura materna nella sua vita, e che oggi si è trasformato in un nevrastenico all’ultimo stadio, di professione attore, afflitto da fisime e tragicamente ossessionato dalle donne.

RomaFF9: “Soap Opera” di Alessandro Genovesi, sezione Gala

SoapOperaPoster

Soap Opera (Italia, 2014) di Alessandro Genovesi con Fabio De Luigi, Cristiana Capotondi, Chiara Francini, Ricky Memphis, Diego Abatantuono, Elisa Sednaoui, Alessandro Besentini, Francesco Villa, Caterina Guzzanti

Sceneggiatura di Alessandro Genovesi

Commedia, 1h 27′, Medusa, in uscita il 30 ottobre 2014

Voto: 3 su 10

Nelle intenzioni del regista, quell’Alessandro Genovesi già sceneggiatore di Happy Family di Salvatores e artefici di due blockbuster come La peggiore settimana della mia vita e Il peggior Natale della mia vita, questo Soap Opera avrebbe dovuto rappresentare il punto di congiunzione di tre generi cinematografici – la commedia, il mélo e il noir – utilizzati secondo i canoni ribaltati di un tipo di narrazione televisiva fortemente stereotipata come, appunto, quella della soap opera. Quanta infelice velleità, purtroppo, nel risultato finale!

“Un ragazzo d’oro”, le ambizioni di Avati crollano in un film ridicolo

35503_fb

Un ragazzo d’oro (Italia, 2014) di Pupi Avati con Riccardo Scamarcio, Sharon Stone, Giovanna Ralli, Cristiana Capotondi, Tommaso Ragno, Valeria Marini

Sceneggiatura di Pupi Avati

Drammatico, 1h 35′, 01 Distribution, in uscita il 18 settembre 2014

Voto: 3½ su 10

Un film come Un ragazzo d’oro fa male sia allo spettatore che al cinema italiano. Il primo lo troverà noioso e mal realizzato sotto tutti i punti di vista, il secondo soffrirà la sconfitta di un grande maestro come Pupi Avati, che l’ha scritto e diretto. Sentire il regista bolognese definire questa sua ultima fatica “il mio film più personale” equivale a concretizzare il fallimento di un’ambizione preziosa e, allo stesso tempo, a sminuirla clamorosamente, visti i miseri risultati e il trattamento difensivo e finanche denigratorio nei confronti dell’opera e della sua produzione – non proprio rosea – in fase di promozione. 

“Amori elementari”, dall’infanzia all’adolescenza grazie allo sport

amori_elementari_andrey_cernyshov_e_bonny_mappilamattel

Amori elementari (Italia/Russia, 2013) di Sergio Basso, con Cristiana Capotondi, Andrey Chernyshov, Camilla Filippi, Edoardo Pesce, Olga Pogodina, Rachele Cremona, Andrea Pittorino

Sceneggiatura di Sergio Basso, Marianna Cappi, Marina Polla de Luca

Commedia, 1h 38′, Academy Two, in uscita il 20 febbraio 2014

Voto: 6 su 10

Proprio quando il cinema italiano si fa apprezzare di più grazie alla qualità di giovani autori esordienti (si pensi al miracolo Pif con La mafia uccide solo d’estate, o all’odierno successo di Smetto quando voglio di Sydney Sibilia), Sergio Basso decide di dedicare la sua opera prima, questo Amori Elementari, al delicato universo dei primi amori e dei legami d’amicizia di un gruppo di ragazzini non ancora adolescenti, accomunati dalla stessa passione agonistica: hockey e pattinaggio artistico.

“La mafia uccide solo d’estate”: grande esordio per PIF

la-mafia-uccide-solo-d-estate-lucca-comics

LA MAFIA UCCIDE SOLO D’ESTATE (id, Italia, 2013) regia di Pierfrancesco Diliberto (PIF) con: Pif, Cristiana Capotondi, Alex Bisconti, Ginevra Antona, Ninni Bruschetta, Claudio Gioè

Sceneggiatura: Michele Astori, Pif, Marco Martani

Commedia, 1h e 30, 01 Distribution, dal 28 novembre al cinema

Voto: 8 su 10

Che bella sorpresa il film di Pierfrancesco Diliberto (da tutti conosciuto come PIF). In una stagione magra di cinema italiano sordo e stereotipato, con i soliti faccioni, le battutacce di serie z, e le trame clonate con un timbro polveroso e stagnante, ecco brillare nelle sale un gioiellino che fa ben sperare.