“Still Life”, solitudine e morte raccontate con levità e tante lacrime

still-life-eddie-marsan-in-una-scena-tratta-dal-film-283193

Still Life (id, GB/Italia) di Uberto Pasolini, con Eddie Marsan, Joanne Froggatt, Karen Drury, Andrew Buchan 

Sceneggiatura di Uberto Pasolini

Commedia, 1h 32′, BiM Distribuzione, in uscita il 12 dicembre 2013

Voto: 7 su 10

Vincitore del premio alla miglior regia della sezione Orizzonti, Still Life dell’italo-inglese Uberto Pasolini è uno dei film più toccanti e apprezzati dell’ultima Mostra del cinema di Venezia. Siamo poco o nulla abituati a simili trattazioni del dolore umano, men che meno avevamo visto prima commedie in grado di raccontare il momento del distacco terreno, della morte e della solitudine con così disarmante purezza.

STILL_LIFE_GUna parabola vera e propria quella di John May (un tenero Eddie Marsan), anonimo impiegato comunale incaricato di seguire le pratiche per le esequie di chi è solo al mondo, in alcuni casi presenziando in solitaria al funerale e completando album di foto e ricordi del defunto. Licenziato dal comune per dei tagli al personale, avrà tre giorni di tempo per la sua ultima “missione”.

Delicatissimo, ma al contempo ferocissimo ritratto di una solitudine destinata  a rimanere tale, per sempre (ma solo su questa terra), Still Life è un oggetto anomalo nel panorama cinematografico contemporaneo. Un protagonista amabile come pochi e la serenità registica impediscono alla scrittura di precipitare pericolosamente nei territori del patetico, complice anche un sense of humour tipicamente britannico che compensa le freddure con tanta dolcezza. Senza rivelare troppo del finale, diremo solo che bisognerebbe essere delle pietre per non commuoversi, tuttavia la scelta narrativa adottata, tra emozionante lirismo comunitario e puro cinismo, lascia col classico magone (e qualche dubbio).

Giuseppe D’Errico

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>