“Rumori fuori scena”, ritorna il fiore all’occhiello del Teatro Vittoria

rumori-fuori-scena2

Attori e Tecnici presenta
RUMORI FUORI SCENA
di Michael Frayn
traduzione di Filippo Ottoni
con Viviana Toniolo, Annalisa Di Nola, Stefano Messina, Carlo Lizzani, Roberto Della Casa, Marco Simeoli, Claudia Crisafio, Sebastiano Colla
regia Attilio Corsini
musiche Arturo Annecchino
scene Bruno Garofalo
In scena al Teatro Vittoria di Roma dal 12 al 24 gennaio 2016

Voto: 9 su 10

Cos’altro si può ancora dire di uno spettacolo che è presente ininterrottamente sulle scene, con la medesima compagnia, fin dal 1982? Soltanto che il piacere di ritrovarli all’opera è sempre enorme.

Rumori fuori scena di Michael Frayn, apoteosi del genere “teatro nel teatro”, è un testo di un’intelligenza tale da non esaurire la sua ironia in uno sterile gioco di equivoci: tutto è orchestrato alla perfezione per rendere l’assurdità della rappresentazione teatrale come pantomima della vita reale. Ma non è l’operato del drammaturgo britannico, qui, a essere preso in analisi, tanto è celebre l’opera. Il vero prodigio lo fa la compagnia di Attori e Tecnici di Attilio Corsini, scomparso anzitempo nel 2008, che ne recupera la regia e l’adattamento originali per avere il miglior risultato sperabile.

L’impressione è quella di un meccanismo narrativo dalla complessità scenica inaudita, che tutti gli attori padroneggiano con una sicurezza e, al contempo, con un affiatamento senza eguali. Una bomba a orologeria in cui ogni secondo non lascia spazio a distrazioni, una perfezione di gesti e movimenti assoluta, pena il fallimento dell’operazione. Perché questo è Rumori fuori scena, una prova difficilissima che, se mal portata in scena, risulterebbe estenuante. E invece, la compagnia stabile del Teatro Vittoria ne ha fatto il proprio fiore all’occhiello da 32 anni. Il consiglio spassionato è quello di andare a vederlo, portandoci parenti e amici, per regalarsi due ore di risate che fanno bene alla testa e al cuore.

Giuseppe D’Errico

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>