RomaFF9: “The Road Within” di Gren Wells, sezione Alice nella città

Microsoft Word - RDW_1SHT_F

The Road Within (id, Usa, 2014) di Gren Wells con Robert Sheehan, Zoe Kravitz, Dev Patel, Kyra Sedgwick, Robert Patrick

Sceneggiatura di Gren Wells

Commedia, 1h 40′

Voto: 6½ su 10

Romanzo di formazione classico in formato road movie borderline, The Road Within è diretto dalla sceneggiatrice Gren Wells, con un passato nel mondo della moda e già autrice del dimenticabile Il mio angolo di Paradiso, un cancer movie strappalacrime con Kate Hudson. Per questo suo secondo copione per il grande schermo, la Wells torna a parlare di malattia ma dalla parte degli adolescenti. Il film è la storia di Vincent (Sheehan), un ragazzo affetto dalla sindrome di Tourette, a cui da poco è morta la madre, forse suicida. Mandato dal padre (Patrick) in una clinica per disagiati gestita dalla dottoressa Mia Rose (Sedgwick), Vincent incontra Marie (Kazan), una giovane anoressica, e Alex (Patel), suo compagno di stanza che soffre di disturbi ossessivi compulsivi. I tre decideranno di scappare, senza un piano prestabilito, col solo obiettivo di andare a vedere l’oceano. Sarà un viaggio in cui impareranno a conoscersi e ad accettarsi, prima di tutto con sé stessi.

Il messaggio è di accoglienza e integrazione senza risultare inutilmente pedante. In più, The Road Within è un raro caso di commedia indipendente americana che riesce a non banalizzare sindromi complesse a solo scopo drammaturgico. I disagi dei tre protagonisti vengono indagati con felice intimismo, ma al contempo sdrammatizzati con un piacevole senso dell’umorismo. Si prestano in modo davvero convincente alle nevrosi i giovani Robert Sheehan (star del serial tv Misfits), Zoe Kravitz (figlia della rockstar Lenny Ktavitz e di Lisa Bonet) e Dev Patel (il protagonista del pluripremiato The Millionaire). Se la scrittura regge bene il dramedy, delude invece la regia, piuttosto piatta e senza particolari ingegni. E stupisce che la Wells sia stata inserita nell’elenco della rivista Variety dei dieci registi da tenere d’occhio nel 2014. Ad ogni modo, staremo a vedere fiduciosi.

Giuseppe D’Errico

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>