“Qui”: Michael Frayn in nota minore

26401153_teatro-arcobaleno-qui-di-michael-frayn-1

QUI
di Michael Frayn
regia di Andrea Trovato
con: Anna Cianca, Alessia Sorbello e Andrea Trovato
Scenografie: Katia Titolo e Cinzia Macis
light designer: Giovanna Venzi
Fino al 12 ottobre al Teatro Arcobaleno di Roma

Voto Ozza: 6 su 10

Voto D’Errico: 6 su 10

Qui (Here) non è decisamente il testo più riuscito di Michael Frayn. Con leggerezza (e un pizzico di superficialità) l’autore ci descrive la convivenza di una coppia alle prime armi, con le loro simpatiche indecisioni e le tipiche e tenere paure di chi comincia un qualcosa di nuovo. Nuovo, infatti, è l’appartamento/monolocale che i due innamorati affittano per vivere assieme, nuovo il loro modo di stare insieme, notte e dì, sorvegliati da una padrona di casa che vive al piano inferiore e che monitora ogni loro falso movimento.
L’allestimento, a cura di Andrea Trovato, in veste anche di interprete principale assieme ad Alessia Sorbello, prova aqui a tre restituire quel tocco tipico americano che ha reso la penna di Frayn famosa in tutto il mondo. Tuttavia la recitazione spesso si perde, si lascia incastrare nell’iterazione delle battute, diventando nervosa, a tratti snervante per lo spettatore. I litigi scritti da Frayn spesso sono piccoli vezzeggiamenti, non sono né vanno resi come scontri seri e seriosi. Molto buona, invece, l’invadente Anna Cianca, che porta in scena il suo personaggio con ironia e misurata eleganza.
“Qui” apre la stagione del Teatro Arcobaleno di Roma, che ha un cartellone di tutto rispetto e che vi segnaliamo: molto spesso, questi teatri meno famosi e pubblicizzati, offrono la possibilità di vedere qualcosa di nuovo, di meno rappresentato e che è nostro compito e piacere segnalarvi.

Andrea Ozza

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>