Picu, un nuovo tipo di supereroe

Arcangelo Iannace, Michele Bevilacqua e Francesco Spaziani sono tre attori, tre registi e tre autori. I loro percorsi professionali si intrecciano più volte negli ultimi anni fino a decidere di formare una piccola factory di idee, esperimenti e progetti artistici: InEstremaRatio (“ultima possibile linea d’azione”).
La compagnia crea un laboratorio, una scrittura ed infine uno spettacolo cercando di restituire una dignità ed un valore alla fragilità e ai disagi propri dell’essere umano.


“Picu io sono l’eroe” nasce dall’esigenza di raccontare la parte disorientata e fragile di ognuno di noi. È un inno al senso di inadeguatezza, contrario ad un mondo che pretende sempre di più uomini vincenti e sicuri di se.
Lo spettacolo racconta di un preciso momento della vita di un uomo; il momento del cambiamento o meglio del tentativo di farlo. Un uomo, incapace di andare oltre la sua camera da letto, cerca di reinventare la propria quotidianità divenuta oramai piatta e asfissiante; per riuscirci, mette in atto una vera e propria trasformazione fisica che lo porterà a vestire i panni di un super-eroe, Picu.
Completamente solo affronta se stesso, le proprie paure, la propria incapacità e, rifugiandosi nel costume di un eroe decadente, tenta di costruire un’astronave che lo trasporti in un’altra vita.
Lo spettacolo sarà in scena dal 20 novembre al teatro Sala uno di Roma.

A cura di Maddalena Mannino

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>