“Per strada” di Francesco Brandi, uno spettacolo di Raphael Tobia Vogel, la recensione

Per-Strada--1280x853

PER STRADA
di Francesco Brandi

con Francesco Brandi e Francesco Sferrazza Papa
regia Raphael Tobia Vogel
Video e foto di scena Cristina Crippa
Assistente alla regia Gabriele Gattini Bernabò
Direttore dell’allestimento Lorenzo Giuggioli
Responsabile sartoria Simona Dondoni
Costruzione scene Marco Pirola
Elettricista Stefano Chiovini
Tecnico luci/audio/video Davide Marletta
Sarta Laura Fantuzzo
Produzione Teatro Franco Parenti

In scena all’Off/Off Theatre dal 10 al 22 aprile

Voto: 8 su 10

Drammaturgia incisiva, recitazione perfetta, regia misurata ed efficace: nell’equilibrio di questi tre elementi, un racconto scenico di malinconica grazia, per narrare la storia di due persone che per un caso si incontrano e che – per una manciata di ore – percorrono un tratto di strada assieme.

Storia di Jack e storia di Paul: uno ha come solo amico un cane di pezza, una vita di fallimenti alle spalle e l’intenzione di spararsi in un bosco, unica testimone la neve; l’altro, rampollo di una famiglia bene, vita e carriera di luminoso successo, sarà sposo il giorno seguente. Eppur questi due ragazzi non condividono solamente i loro trent’anni ma il proposito, in uno manifesto, nell’altro più celato, di prendere in mano il corso delle proprie esistenze e di affermare la propria volontà, seppur per un’unica volta nella vita.

124-Perstrada

La bella scrittura di Francesco Brandi tesse un racconto ironico, ricco di idee e di umano, fragile sentire, affidandolo alla regia di Raphael Tobia Vogel, che costruisce una rappresentazione scenica capace di esaltare le qualità di una drammaturgia che non ha bisogno di magniloquenze visive per manifestarsi nella sua piena compiutezza; eppur le video proiezioni che accarezzano lo spazio scenico sono un piacevole guardare, che ben connotano il tumulto dei sentimenti che agitano gli animi dei due protagonisti, senza rubare spazio al bell’affiatamento – evidente e profondamente credibile – tra Brandi e Francesco Sferrazza Papa.

C’è dunque il bell’intrattenimento delle commedie che con testa – e cuore – sanno leggere la contemporaneità dell’odierno malessere, per un appuntamento che avrà la possibilità di tenersi, fino al 22 aprile, negli spazi dell’Off/Off Theatre di Roma.

Marco Moraschinelli

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>