“Passeggiata di salute”, Geppi perfetta in un bel testo contemporaneo

Geppi-Cucciari-passeggiata-di-salute-teatro-Quarticciolo-Roma

Geppi Cucciari – ITC 2000
PASSEGGIATA DI SALUTE
(mise en espace)
di Nicolas Bedos
traduzione a cura di Monica Capuani
con Geppi Cucciari e Filippo Pagotto
regia Veronica Cruciani
allestimento scenico Barbara Bessi
luci Giuseppe Falcone
Il 23 e 24 maggio in anteprima al Teatro Quarticciolo di Roma

Voto: 8 su 10

Nel cortile di un ospedale psichiatrico una giovane donna, afflitta da disturbi della personalità e malata di ninfomania, incontra un seducente paziente che, quanto a problemi, non ha nulla da invidiarle: è narcisista, ossessivo bipolare e affetto da tendenze suicide.
Lui e lei si avvicinano, prendendosi gioco l’uno dell’altra e si inseguono, scontrandosi, per divenire assai in fretta semplicemente e inevitabilmente innamorati. Nel dolore della malattia, reciprocamente consapevoli dei propri limiti e delle rispettive, insanabili nevrosi, imparano a sopravvivere a se stessi tentando di affrontare quei dubbi e quelle paure che, a ben guardare, ogni coppia “normale” è costretta ad affrontare.
Il testo, che la traduttrice Monica Capuani adatta da un lavoro del drammaturgo francese Nicolas Bedos, è splendidamente scritto: mantiene un sottile equilibrio tra humor e melodramma riuscendo ad alternare, con grazia ed intelligenza, momenti di esilarante divertimento ad attimi di toccante tenerezza.
Geppi Cucciari è perfettamente a suo agio con testo di drammaturgia contemporanea che le regala tanto battute taglienti quanto l’occasione di restituire, con credibilità ed efficacia, l’umanissimo ritratto di un’anima fragile e appassionata, vinta dall’amore e dal bisogno di affidarsi a un altro che – forse – è troppo perfetto per lei per esistere davvero. Filippo Pagotto è un interprete altrettanto straordinario, che restituisce con grande talento e viscerale trasporto le mille sfumature di un personaggio complesso e affascinante, vividamente reale  grazie alla sua straordinaria sensibilità attoriale.
Benedetta da grande tatto è, infine, la regia di Veronica Cruciani, a rendere questa “Passeggiata di salute” una grande, piacevolissima sorpresa di fine stagione.

Marco Moraschinelli

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>