“Parker”, Statham e J.Lo con brio nell’action-rosa tratto da Westlake

Parker

Parker (id, Usa, 2013) di Taylor Hackford con Jason Statham, Jennifer Lopez, Patti LuPone, Michael Chiklis, Nick Nolte, Bobby Cannavale, Emma Booth, Wendell Pierce, Clifton Collins jr.

Sceneggiatura di John J. McLaughlin, dal romanzo “Flashfire – Fuoco a volontà” di Richard Stark (alias Donald E. Westlake) (ed. Sonzogno)

Azione, 1h 58′, Indie Pictures, in uscita l’8 maggio 2014

Voto: 6 su 10

Per anni il cinema ha corteggiato inutilmente lo scrittore statunitense Donald Westlake, nella speranza di ottenere i diritti per la trasposizione della collana di romanzi hard-boiled con protagonista il ladro Parker. L’accanita negazione dell’autore (che firmò la serie sotto lo pseudonimo di Richard Stark) ha fatto si che, nel tempo, si susseguissero una manciata di film (Senza un attimo di tregua di Boorman e Payback – La rivincita di Porter di Helgeland sono i più importanti) che da quel personaggio prendevano ispirazione per storie di genere.

Parker-Poster-003Ora che l’autore è morto, la sua vedova ha acconsentito alla realizzazione di una pellicola ufficiale, riduzione del libro Flashfire – Fuoco a volontà (2000), senza considerare, forse, che quel particolare spirito narrativo si sarebbe dovuto scontrare con l’universo Statham, ossia con un cinema piuttosto elementare sotto il profilo tematico e soprattutto interessato al versante fisico dell’azione, come è giusto aspettarsi dal nerboruto attore britannico, chiamato a vestire i panni del rapinatore tradito dalla sua banda e in cerca di spettacolosa vendetta.

Con un regista esperto come Taylor Hackford (Ufficiale e gentiluomo, L’ultima eclisse, L’avvocato del diavolo) alla macchina da presa e lo sceneggiatore de Il cigno nero John J. McLaughlin in cabina di scrittura, il risultato sarebbe potuto tranquillamente essere ben più elettrizzante. Invece la storia arranca nella prevedibilità, considerando che i momenti di maggior interesse devono restare quelli di lotta a mani nude da action movie. Jason Statham rende ancora una volta onore alla sua fama di roccioso-con-verve e trova in una simpaticissima Jennifer Lopez, agente immobiliare in vena di emozioni forti, una perfetta controparte da giallo-rosa.

Evidenti problemi in fase di post produzione (montaggio slegato, sequenze posticce, fotografia slavata) non hanno reso un buon servigio al film, che in patria non ha avuto il successo che probabilmente ci si aspettava. In ogni caso, ci si diverte allegramente.

Giuseppe D’Errico

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>