“Machete Kills”, l’eroe che capita, il film che gioca (e affonda)

Machete-Kills-recensione-in-anteprima-21

Machete Kills (id, Usa, 2013) di Robert Rodriguez, con Danny Trejo, Amber Heard, Demian Bichir, Mel Gibson, Lady Gaga, Michelle Rodriguez, Sofia Vergara, Jessica Alba, Antonio Banderas, Vanessa Hudgens, Cuba Gooding jr, Walton Goggins, William Sadler, Charlie Sheen, Alexa Vega, Pablo Bracho, Edward James Olmes

Sceneggiatura di Kyle Ward

Commedia, 1h 44′, Lucky Red/Key Films, in uscita il 7 novembre 2013

Voto: 5 su 10

Partito come uno scherzo, da quel fake trailer che apriva Planet Terror, siamo già arrivati al secondo capitolo: Machete è tornato, è con lui l'(in)espressività granitica di Danny Trejo. E questa volta Machete Kills per conto niente meno del Presidente degli Stati Uniti (Sheen), puttaniere, drogato e guerrafondaio. L’uomo da eliminare è un terrorista messicano (Bichir) dalle personalità multiple, con una bomba atomica collegata al cuore: chi lo uccide distruggerà il mondo. machete-kills-poster-w600Il timer è innescato, Machete è provato. Tutti lo vogliono morto, nell’ordine: lo spietato magnate Luther Voz (Gibson), Miss San Antonio (Heard), l’assassino trasformista Cameleon (Goggins, Gooding jr, Lady Gaga e Banderas) e la prostituta Desdemona (Vergara), con wonderbra mitragliatrice. In aiuto al nostro eroe ci sarà la fidatissima Luz (Rodriguez).

Solo cinema che si nutre di (cattivo) cinema, parodia citazionista da catecumeni tirata all’eccesso. Persa la curiosità che accompagnava la visione del film precedente, ora Rodriguez e lo sceneggiatore Kyle Ward cercano di rimpolpare quella mezza idea come peggio possono: ecco quindi violenza splatter giocherellona, colpi di scena da cartone animato e una valanga di apparizioni divistiche (con la popstar Lady Gaga direttamente dal videoclip di “Telephone”), il tutto affogato in un mare di infantilismo. Divertente? Solo a tratti, grazie alla flemma di Machete, uno che “capita” e che “non twitta”, il resto è una giostra per fan della prima ora, che mai ammetteranno la totale inconsistenza di un prodotto simile. Di idee neanche l’ombra, tanto qui vale tutto e niente.

Giuseppe D’Errico

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>