“Lo Show – Quasi un circo”, uno spettacolo di Giorgia Mazzucato, la recensione

loShow

LO SHOW – Una specie di circo
Regia: Giorgia Mazzucato
Gruppo di lavoro: La SITI

andato in scena il 29 gennaio 2017 al Teatro Lo Spazio di Roma

Voto: 7 su 10

La prima scuola di teatro all’improvviso, senza ombra di dubbio, è la vita. Vivi improvvisando. Non c’è copione. Non ci sono soluzioni. Puoi solo farti trasportare dagli eventi.

La SITI – Scuola Internazionale di Teatro all’Improvviso di Giorgia Mazzucato – ha fatto dell’improvvisazione il proprio caposaldo. Giorni fa sono inciampata, per caso o per fortuna, ne Lo Show; un varietà un po’ circo un po’ spettacolo per la regia di Giorgia Mazzucato.

Performance straordinarie di ridicoli attori si mescolano a musica dal vivo, per quasi tre ore, fra risate e stupore del pubblico, spesso sceneggiatore involontario delle stesse scene. Maghi, elefanti, clown, tutto a seconda di ciò che il pubblico ha suggerito. Nonostante il crollo della terza parete, Mazzucato, dal canto suo, in veste di “domatrice di leoni” scandisce bene tempi e ritmi dell’improvvisazione per una prima parte dello show tutta da ridere.

Meno riuscita, nei tempi e forse nel ritmo, la seconda parte, dove gli stessi funamboli si muovono, sul palco, ora lentamente ora velocemente, disorientando il pubblico che fatica ad entrare nella “non” improvvisazione. Il “gioco” sembra essere quello della “cena con delitto” e il canovaccio c’è, e si vede.

Lo Show si conclude con una terza parte degna di un quiz di Mike Bongiorno. Due squadre si sfidano a colpi di improvvisazione donandosi in pasto ad un pubblico affamato di risate che decreterà il vincitore.

Il gioco funziona (si vede), ma dura troppo. In un certo senso, il pubblico ha bisogno dello stesso disorientamento che ha l’attore nel momento dell’improvvisazione. Una volta scoperto il trucco, il pubblico – come già detto, affamato – vuole di nuovo lo stupore.

Angela Di Giacomantonio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>