“Il lato positivo”, gente diversamente normale in un dramedy da Oscar

JENNIFER LAWRENCE and BRADLEY COOPER star in SILVER LININGS PLAYBOOK

Il lato positivo (Silver Linings Playbook, Usa, 2012) di David O. Russell con Bradley Cooper, Jennifer Lawrence, Robert De Niro, Jackie Weaver, Julia Stiles, Dash Mihok, Anupam Kher, Chris Tucker

Sceneggiatura di David O. Russell, dal romanzo di Matthew Quick “Il lato positivo” (Salani Editore)

Commedia, 1h 57’, Eagle Pictures, in uscita il 7 marzo 2013

Voto D’Errico: 8½ su 10

Voto Ozza: 8 su 10

Il vero caso cinematografico della stagione, classico esempio di cinema indipendente dalle sicure potenzialità mainstream, in grado di racimolare consensi come se piovesse: vincitore del premio del pubblico al Toronto Film Festival del 2012, del Bafta 2013 alla miglior sceneggiatura non originale e candidato a ben otto premi Oscar, tra cui miglior film, regia e attori protagonisti.

Il lato positivoLa vita non va sempre secondo i piani e Pat Solatano (Bradley Cooper) lo impara a sue spese: affetto da disturbo bipolare della personalità, dopo aver trascorso otto mesi in un istituto psichiatrico per comportamento violento in seguito al tradimento della moglie, l’uomo si ritrova nuovamente a condividere la quotidianità con i genitori (Robert De Niro e Jackie Weaver). Nonostante la personalità eccitabile, Pat non ha perso quell’ottimismo che lo spinge a ricostruire la propria esistenza e a tentare una riconciliazione con la sua ex compagna. Il padre lo vorrebbe con sé, a condividere la sua passione/ossessione per la squadra di football locale, gli amici di un tempo cercano di stargli vicino come possono, ma tutto si complica quando Tiffany (Jennifer Lawrence), una giovane vedova anche lei con problemi psichiatrici alle spalle, irrompe nella vita di Pat, proponendogli uno strano accordo.

Tratto dal rivitalizzante romanzo omonimo di Matthew Quick, Il lato positivo è un dramedy sull’impossibilità di essere ‘diversamente normale’ in una società castrante ogni dissomiglianza. Un tema annoso e, in verità, già assai dibattuto, ma quasi mai con una tale misura e una miscela di toni tanto felice.

illatopositivoDavid O. Russell (regista di Three Kings e del lodato The Fighter) va abilmente fuori le righe e ritrae una realtà fatta di piccoli e grandi tic, nervosi e ossessivi, superstiziosi e salutisti, restando sempre nel magico equilibrio che permette empatia e perfino identificazione con personaggi tanto strambi. E se la commedia romantica appare scontata in partenza, c’è tutto un mondo, dietro, a scombinare i canoni tipici del genere, arricchendo la storia di tante e varie situazioni, di tanti umori, di tante piacevoli sensazioni (fanno eco anche Cenerentola e Dirty Dancing!) da rendere il film assolutamente irresistibile.

Merito anche di un cast di straordinario carisma, in cui svettano inevitabilmente i due protagonisti, un bravissimo Bradley Cooper e una splendida, magnetica Jennifer Lawrence, vincitrice dell’Oscar come migliore attrice a soli ventidue anni.

È il film di cui tutti parlano, e stavolta un motivo c’è.

Giuseppe D’Errico

One Response to “Il lato positivo”, gente diversamente normale in un dramedy da Oscar

  1. booo scrive:

    bello!!!!!! bravo!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>