“A Hard Day’s Night”, The Beatles cinquant’anni dopo, ieri come oggi

F_AHDN-229-9-016

A Hard Day’s Night (id, GB, 1964) di Richard Lester con John Lennon, Paul McCartney, Ringo Starr, George Harrison, Wilfrid Brambell, Norman Rossington, John Junkin, Victor Spinetti

Sceneggiatura di Alun Owen

Commedia, 1h 27′, Nexo, 9-10-11 giugno 2014

Voto: 8 su 10

Bastò l’esibizione all’Ed Sullivan Show per farli esplodere sulla scena americana. Dopo quella memorabile partecipazione televisiva, i Beatles iniziano a lavorare a un progetto cinematografico la cui uscita si sarebbe accompagnata a quella del loro ultimo album. Era il 1964. Era A Hard Day’s Night. Filmato, montato, mixato e stampato in soli quattro mesi, il film sarà destinato a un successo globale e rimane ancora oggi una pietra miliare della cultura contemporanea. A cinquant’anni dalla sua uscita, questo gioiello pop di Richard Lester ritorna in sala per soli tre giorni, in una imperdibile forma restaurata e rimasterizzata.

DaysNight_LOCDistribuito in Italia all’epoca col titolo Tutti per uno, A Hard Day’s Night è una esilarante girandola di trovate comiche intorno a una sospiratissima registrazione dei Fab Four a una televisione londinese, partendo da Liverpool, passando per frotte di ragazzine in preda a isteria, fino a giungere a una crisi personale di Ringo. Ma l’esibizione si farà, per la fortuna di tutti.

La riedizione in sala del film è un’occasione da non perdere non solo per tutti i fan dei Beatles ma anche per rivivere, con inevitabile nostalgia, un esempio limpidissimo di puro estro cinematografico: il regista si affidò più all’improvvisazione che alle prove e la freschezza del risultato è evidente, il montaggio frenetico è un esempio ante-litteram della frammentazione sequenziale dei futuri videoclip, la fotografia in bianco e nero di Gilbert Taylor reinventa il concetto di pop art. E poi ci sono loro, i quattro di Liverpool, con la loro irresistibile simpatia e la voglia di rompere gli schemi sociali. Tra i brani, Can’t Buy Me Love, I Should Have Know Better, If I Fell e quello che dà il titolo al film. Prezioso.

Giuseppe D’Errico

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>