Cinema e teatro feriti nell’onore dalla morte di Mariangela Melato

resizer

Siamo stati tutti travolti questa mattina, ma non da un insolito destino nell’azzurro mare di agosto. A stravolgerci è stata la notizia della morte di Mariangela Melato, signora del cinema e del teatro italiano, artista globale e donna dall’immensa classe e di grande signorilità.
Stroncata al termina di una lunga malattia la morte dell’attrice è stata diffusa dalla sorella, i funerali si terranno oggi alle 15 nella Chiesa degli Artisti a Piazza del popolo a Roma.
Il suo volto non era quello delle bellezze classiche, eppure c’era in lei un’innata sensualità e un carisma tale da regalarle ruoli da famme fatale, la sua voce profonda ed inconfondibile unite ad una gestualità sapientemente dosata l’hanno consegnata all’olimpo delle attrici italiane.
Mai fuori contesto sia nell’interpretazione delle commedie come “Mimì metallurgico ferito nell’onore” che nelle tragedie greche o scespiriane.
Nata a Milano entra negli anni ’60 nella compagnia di Fantasio Piccoli, poi viene diretta da Fo’, Visconti e Ronconi.

tduidnamdalw

Scoperta dal cinema vanta una lunga collaborazione ed amicizia con la regista Lina Wertmuller che accoppiandola con Giannini regala al cinema scene di indimenticabile divertimento.
Storico amore di Renzo Arbore lui si è dichiarato profondamente addolorato dalla sua perdita. Questo l’unico accenno alla mondanità da parte di una donna che ha fatto di tutto per essere stimata professionalmente ma che ha sempre amato tenere per sé la sua vita privata.
La sorella ha dichiarato che ancora non voleva rassegnarsi, che il suo più grande rimpianto è stato quello di non poter recitare nel giardino dei ciliegi, opera che avrebbe considerato come il suo canto del cigno. Intanto a Capodanno è stato trasmesso “Filumena Marturano” girato nel 2012 con Massimo Ranieri che ci restituisce una Filumena diversa dal solito, unica, come la sua interprete.

Maddalena Mannino

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>