“Ciao amore ciao – Tenco e Dalida tra musica e amore”, gli ingredienti ci sono tutti

Ciao Amore Ciao @ Teatro Greco, Roma

CIAO AMORE CIAO – Tenco e Dalida tra musica e amore

Da un idea di Luca Notari e Stefania Fratepietro
Scritto e diretto da Pietro Di Blasio
Musiche di Luigi Tenco
Prodotto da MediterrArea
con Stefania Fratepietro e Luca Notari
Arrangiamenti e pianoforte Emiliano Begni,
contrabbasso  Carmine Iuvone

In scena al Teatro Golden di Roma il 16 e 17 dicembre 2013

Voto: 8 su 10

Racconto tra musica e parole sull’ultimo anno di vita del cantautore  Luigi Tenco (Luca Notari), e del suo rapporto professionale e sentimentale con la cantante francese Dalida (Stefania Fratepietro).

Ciao-amore-ciao-locandinaLo spettacolo scorre via veloce e piacevole grazie ad un testo che abilmente ha saputo inserire le canzoni del cantautore genovese, adattate e arrangiate per l’occasione, in una prosa agile che ben “rievoca” (come dichiarato dallo stesso regista) le vicende di quegli ultimi mesi, trascorsi da Tenco tra Roma e Parigi, che trovano il loro epilogo in quello sparo finale che tutto cancella.

La regia, seppur ben allineata all’intenzione del testo, non ha inciso particolarmente, creando un senso di staticità in più passaggi e lasciando forse troppo spazio alla libertà degli interpreti.

Gli ottimi arrangiamenti di Emiliano Begni, eseguiti da lui stesso al pianoforte, e di Carmine Iuvone al contrabbasso, hanno cercato e raggiunto una giusta distanza dall’imprinting musicale originale, permettono di vivere questo spettacolo come un vero musical e non come un semplice revival di canzoni incastonate in una storia.

La Fratepietro si conferma un’ottima interprete del panorama del musical italiano in possesso di  grandi capacità vocali. Seppur non dotata della sensualità e del fascino di Dalida riesce comunque, bene nella recitazione e magnificamente nel canto, a donare al suo personaggio un’interpretazione di buon livello. Il momento più intenso dello spettacolo riesce a crearlo proprio lei nel finale, con un interpretazione commovente della ‘deandreiana’ “Preghiera in Gennaio”.

Luca Notari “tiene” tutto lo spettacolo con buona disinvoltura e ottima presenza scenica. Sulla recitazione risulta in alcuni passaggi forzato e non naturale mentre sul canto gioca la sua carta migliore: una voce pulita, limpida e potente in grado di dare emozioni.

Un buono spettacolo che merita a pieno la sua candidatura come Miglior Spettacolo Off ai MUSICAL AWARD 2013 , e a cui auguriamo una lunga tournée italiana: gli ingredienti ci sono tutti.

Emanuele Tibelli

One Response to “Ciao amore ciao – Tenco e Dalida tra musica e amore”, gli ingredienti ci sono tutti

  1. Sara scrive:

    Bella recensione Emanuele 😉

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>