Category Archives: News: Musica

Enrico Ruggeri è “diverso dagli altri”

image006

Dal 22 marzo sarà trasmesso dalle radio italiane e disponibile su ITunes il nuovo singolo di Enrico Ruggeri “Diverso dagli altri”, che anticipa l’uscita del nuovo attesissimo album, prevista per il 7 maggio.
Un’opera molto complessa che arriva a oltre tre anni di distanza dal precedente lavoro. “Sentivo l’esigenza di fare qualcosa di diverso” – dice Enrico – “volevo uscire dallo schema del ‘nuovo disco di Enrico Ruggeri’ e spero di esserci riuscito”. Le canzoni, infatti, hanno tra loro un filo conduttore, quindi è un concept album ispirato ad uno dei romanzi più affascinanti della letteratura, nonché trama di alcuni film che hanno fatto la storia del cinema. “…Ma soprattutto non sarà solo musica” – aggiunge Enrico con una punta di mistero.

Siruan feat. Inoki, fuori il nuovo video “Ingannati”

Siruan & Inoki

Dopo “Brividi” del 2010, seguito dallo street album “Vivo” del 2011 e dall’ep “Energia” del 2012, Siruan è pronto per inaugurare un nuovo capitolo della sua carriera discografica e lo fa con un singolo assieme al celebre mc bolognese Inoki.

Toy, “Dimmi amore mio” è il singolo d’esordio

toy

Fabrizio “Toy” Coletta cresce a pane e musica.

A suo padre, componente di un noto gruppo degli anni  80’ ed ancora “on the road” come compositore di World Music, deve l’amore per le sette note, a sua madre il soprannome, in quanto abitando da piccolo nei pressi di una nota catena di negozi di giocattoli, il nostro Fabrizio, indicava con la manina la sua meta preferita gridando “Toy! Toy! Toy!” parola che gli è rimasta incollata addosso, insieme al suo nome.

Altra passione del nostro Toy è la moda.

UROSS, “Claustrofobikronico” il singolo estratto dal secondo album “L’amore è un precario”

uross

Claustrofobikronico: la canzone pop-radio, da cui trarre un video quasi NO-SENSE, è espressione di una banale RISONANZA MAGNETICA,  scintilla che accende il fuoco latente di una claustrofobia fisico-mentale.Lo scorrere fluido e lineare la rendono una sorta di via di fuga dalle circostanze che costringono l’essere umano nel suo posto senza possibilità di sconfinare mai, o quasi mai. Più che una canzone, una seduta d’analisi.

Nuovo disco per Teho Teardo

Teho_Teardo_5_ph_Andrea_Boccalini

Esce il 26 gennaio per Spècula Records “Music for Wilder Mann” il nuovo disco di Teho Teardo ispirato al lavoro di Charles Fréger sulla figura dell’Uomo Selvaggio.

Una toccante opera musicale nella quale il musicista di origini friulane sublima le immagini del fotografo francese guardando a un passato perduto, lontano dal torpore contemporaneo.

“Suono di donna”: Ada Montellanico in concerto alla Casa del jazz

458307_173574176106747_1979433750_oSala concerti – venerdi 21 dicembre, ore 21.
Ada Montellanico Quintet feat. Giovanni Falzone presentano: “Suono di Donna”
Ada Montellanico (v.), Giovanni Falzone (tr., arr.), Gabriele Evangelista (contr.), Francesco Diodati (chit.), Alessandro Paternesi (batt.)

“Suono di donna” – Tracks list:
1) Black Crow (Joni Mitchell, 4:30)
2) Parole di burro (Carmen Consoli, 8:14)
3) Promised Land (Ani DiFranco, 4:00)
4)Meteora (G. Falzone – A. Montellanico, 6:05)
5) Ups And Downs (Carla Bley, 7:00)
6) Choro Dancado (Maria Schneider, 4:57)
7) Joga (Bjork, 7:59) 
8) Trepido sguardo (Ada Montellanico, 6:08)
9) Bird Alone (Abbey Lincoln 3:19)
10) So Far Away (Carol King, 4:32)

“Addio al sud”: il monologo “furioso” di Angelo Mellone questa sera alla Casa del Jazz

arton259

Mercoledi 12 dicembre ore 21 (sala concerti): “Addio al Sud. Un comizio furioso del disamore” di Angelo Mellone

Reading teatrale con video e dj-set: letture di Angelo Mellone e Raffaella Zappalà; dj set Andrea Borgnino, video set Marco Zampetti

Proprio come un fiume riemerso all’improvviso dal buio di una collina, il canto (e controcanto) poetico di Mellone trascina con sé, in una trance inarrestabile e tachicardica, materiali dell’immaginario collettivo e privato, e sembra dirci, così come ogni morto è la morte, che ogni meridionale è il Meridione, e che infinitamente diversi sono i modi di pensare ai padri, alla terra, all’emigrazione, alla fortuna e alla sfortuna, al degrado, al passato, al presente, all’infelicità, agli altri meridionali, al male: a quella condizione orfana e sperduta che Mellone ha saputo trasformare in un poema che ci è giunto come un dono inaspettato” (Andrea Di Consoli, dall’introduzione al testo).

Quando la musica fa bene alla crescita: “Music Live: i giovani x i giovani”, terza edizione.

GXG-inevidenza

ISMEZ in collaborazione con MIUR – Direzione Generale AFAM e Conservatori Statali di Musica di Roma, Rovigo, Napoli e Monopoli
Roma, Sala dei Medaglioni del Conservatorio «Santa Cecilia»:

mercoledi 12 dicembre, ore 18, Paolo Damiani S. Cecilia Jazz Band con Luca Aquino (tromba).

La Santa Cecilia Jazz Band di Paolo Damiani si esibirà questa pomeriggio nella Sala Medaglioni del conservatorio insieme al trombettista Luca Aquino.
Il concerto rientra nel progetto “Music Live: i giovani x i giovani”, al quale il conservatorio Santa Cecilia ha aderito organizzando quattro appuntamenti gratuiti. L’iniziativa, giunta alla sua terza edizione, è promossa dall’ISMEZ nell’ambito delle attività legate alla promozione della musica e dei giovani musicisti. L’obiettivo è quello di mettere “in relazione” tra loro le istituzioni dedite alla formazione dei musicisti e di sostenere e facilitare lo scambio culturale.

Muore in un incidente aereo Jenni Rivera

161630997

In seguito ad un incidente aereo è morta la cantante latino americana Jenny Rivera. Lo riferisce il sito della Bbc che cita il padre dell’artista, Pedro Rivera, il quale ha confermato alla tv messicana che la figlia Jenny, 43 anni, e’ rimasta coinvolta nell’incidente aereo nel quale hanno perso la vita anche altre sei persone, tra le quali i due piloti.
La star latina, poco conosciuta in Italia ma amatissima in patria, era in viaggio verso Toluca, in Messico, per raggiungere il collega Muguel Bosè e partecipare ad una sua trasmissione televisiva.

TOP JAZZ 2012: tutti i nomi dei vincitori del referendum annuale di Musica Jazz.

logo

Con il trentesimo anniversario ritornano le nove categorie che premiano dischi, musicisti, gruppi e nuovi talenti del jazz italiano e, di nuovo, anche di quello internazionale. Ecco tutti i dati sullo stato di salute del jazz nel 2012 e i nomi dei protagonisti che saranno premiati il primo gennaio a Umbria Jazz Winter.

Il 2013 è un anno speciale per il jazz. Orvieto si chiude con il ventennale di Umbria Jazz Winter e lascia il testimone all’organizzazione del quarantesimo compleanno dell’edizione estiva. Ma non solo: il più famoso premio del settore, il Top Jazz, compie trent’anni e, per festeggiare tale ricorrenza, Musica Jazz, che il referendum ha creato e continua a organizzare, ha deciso di fare un passo indietro e ritornare alle origini.