Category Archives: Interviste & Rubriche

“The Adventures of Alice”: non sarà un’avventura

IMG_6321 (1)

THE ADVENTURES OF ALICE

Roma – Guido Reni District, fino al 19 marzo 2017

Cancellare libri di successo, diventati poi grandi classici del cinema d’animazione e non solo, dall’immaginario collettivo degli spettatori è un’impresa difficile se non impossibile. Figuriamoci se poi la sfida si chiama Alice nel paese delle meraviglie e il genio firmatario è un certo Lewis Carroll. Con i romanzi di Alice – Alice nel paese delle meraviglie (1865) e Attraverso lo specchio (1871) –  l’autore regala ai lettori un mondo fantastico che attira a sé con una forte dimensione simbolica e lo straordinario gioco di disarticolazione dei meccanismi verbali.

La poetica di Hopper al Complesso del Vittoriano

Second Story Sunlight (1960) fra i dipinti di Edward Hoppr presenti alla Mostra

Edward Hopper

Complesso del Vittoriano – Roma

1 ottobre 2016 – 12 febbraio 2017

Solitudine. Silenzio. Frenesia. Desolazione. Tutta la poetica di Edward Hopper è racchiusa nella Mostra che ospita questo artista al Complesso del Vittoriano di Roma, fino al 12 febbraio.

Dai turbamenti dei bistrot parigini ai paesaggi più malinconici dell’America dei primi anni del ‘900. Sei sessioni, circa sessanta opere: ritratti, paesaggi, disegni preparatori, incisioni e olii, acquerelli. Il tutto per dare vita ad una vera e propria “cifra hopperiana” ereditata in molteplici campi dell’espressione visiva.

All You Need is LOVE – la mostra al Chiostro del Bramante

lov


Love. L’arte contemporanea incontra l’amore.

a cura di Danilo Eccher

Chiostro del Bramante – Roma

Dal 29 settembre 2016 al 19 febbraio 2017

All You Need Is Love cantavano i Beatles alla fine degli anni ’60. La coppia Lennon/McCartney spiegava che, infondo, tutto quello che ci circonda è amore. Nasciamo. E già questo è un atto d’amore. Costantemente lo cerchiamo. Nella famiglia. Nel lavoro. In un compagno. Nella nostra città. Troppo spesso lo perdiamo di vista.

Amore e ricette nel romanzo di Marcello Forcina “La psicologia della frolla”

forcina2

La psicologia della frolla

di Marcello Forcina

Marco Del Bucchia, 2016

La relazione con Roma era effettivamente la più appagante e duratura che avesse mai vissuto. 

Digital Media Strategist per professione, goloso per natura, scrittore per passione. Si descrive così Marcello Forcina, al suo esordio letterario con il romanzo “La psicologia della frolla” edito da Marco Del Bucchia.

Leggendolo, ci si chiede: “La psicologia della frolla” è più un romanzo d’amore o di cucina? Di amore per la cucina? O entrambi?

Se non puoi combatterli, unisciti a loro. Recensione di “Dimenticare uno stronzo” di Federica Bosco

dimenticare-uno-stronzo

 

Dimenticare uno stronzo. Il metodo detox in 3 settimane 

di Federica Bosco

Mondadori, 2016

 

Una volta, avrei preso per oro colato le belle parole contenute nell’ultimo libro di Federica BoscoDimenticare uno stronzo. Il metodo detox in 3 settimane”.

Il libro vuole essere un manuale di sopravvivenza per chi, dopo una delusione d’amore, deve raccogliere i cocci di se stessa, fino a rimettersi su piazza, con il solo scopo ultimo di trovare un uomo migliore, ossia peggiore, del precedente stronzo dimenticato.

“L’amore è eterno finché è duro” di Antonio Andrea Pinna, l’ironia del social

41b6h+eLp4L._SY344_BO1,204,203,200_

L’amore è eterno finchè è duro

di Antonio Andrea Pinna

Mondadori, 2015

Giorni fa, cercando un regalo in quel luogo di perdizione che può essere per un lettore accanito una libreria, mi sono imbattuta in un best seller dal titolo tanto ambiguo quanto geniale.

È uscita a febbraio questa raccolta di aforismi ironici e pungenti, pubblicati prima sul web e poi diventati una dissacrante raccolta edita da Mondadori.

L’amore è eterno finchè è duro, nato dall’irriverente mano di Antonio Andrea Pinna, ex vetrinista originario di Quartu Sant’Elena in provincia di Cagliari, si presenta sotto forma di piccolo vademecum della vita, riflessioni sulle relazioni e naturalmente sull’amore.

Scoppiettanti “Fuochi d’artificio” di Andrea Bouchard

Fuochi d Artificio_Sovra.indd

Fuochi d’artificio

di Andrea Bouchard

Salani Editore, 2014

Difficile credere che la penna che abbia scritto Fuochi d’artificio sia stata mossa da una mano maschile.

Sorprende davvero il modo in cui Andrea Bouchard, esperto conoscitore dell’universo infantile ed adolescenziale grazie alla pluriennale esperienza da maestro, riesca a raccontare questa storia da un punto di vista squisitamente femminile. L’io narrante, infatti, appartiene a Marta, piccola grande protagonista che si accinge, suo malgrado, a lasciare il mondo dell’infanzia per passare in fretta e furia a quello degli adulti, in un processo di crescita forzata, accelerato dall’avvento della guerra. Costretta a rifugiarsi dalla città alle valli di un paesino immaginario che l’autore ha collocato nel territorio piemontese, Marta insieme a suo fratello Davide, di poco più grande, e agli amici Marco e Sara, riuscirà ad essere di grande aiuto ai Partigiani e alla Resistenza, vivendo in prima persona una fase importantissima di quella storia d’Italia, che i bambini della sua età oggi studiano a scuola.

“I vestiti dei sogni”, a Palazzo Braschi i costumi del grande cinema

1costumi_cinema_italia_1

Nella splendida cornice di Palazzo Braschi, nel cuore della Roma rinascimentale e barocca, sarà possibile visitare fino al 22 marzo la mostra “I Vestiti dei Sogni”, ideata dalla Fondazione Cineteca di Bologna e curata dal suo direttore Gian Luca Farinelli. Dedicata agli abiti realizzati per il cinema dai grandi maestri della sartoria italiana, l’esposizione ripercorre cento anni di storia del cinema, dal 1915 al 2015, attraverso le creazioni di eccellenze del settore che hanno reso prestigioso l’artigianato italiano nel mondo. Accolti dal Valzer brillante di Verdi, una partitura inedita che Luchino Visconti riscoprì e scelse per “Il Gattopardo”, inizia un emozionante viaggio che, di sala in sala, trasporta su vari set cinematografici e in diverse epoche storiche.

Al Vittoriano per “une promenade Parisienne”

1

Musée d’Orsay. Capolavori
dal 22 febbraio al 8 giugno
presso il Complesso del Vittoriano, ROMA

Chi non vorrebbe teletrasportarsi nella Francia della Belle Époque per poter rivivere, insieme ai più grandi artisti del XIX e XX secolo, attraverso i loro occhi, ciò che accadeva in quell’epoca rivoluzionaria? Beh lo potrete fare, proprio qui, a Roma, recandovi al complesso del Vittoriano, per potervi godere una piacevole passeggiata sulle rive della Senna tornando indietro di un secolo.

Pittrice, regista e attrice. Le impressioni su “Mothers’ Colors” a pochi giorni dal debutto

MOTHERS COLORS INVITO fronte

Il Rave d’arte romano che vedrà coinvolti la pittrice Solveig Cogliani e gli Esoscheletri di Sasà Neri è sempre più vicino. Questa domenica – 23 febbraio – al Nur Bar, noto locale nel centro storico della città eterna, avrà luogo una performance che durerà quattordici ore, durante le quali i 23 artisti dell’Esostheatre reciteranno ad oltranza una miscellanea di brani tratti dal teatro classico, moderno e da una nuova drammaturgia contemporanea, passando per la cinematografia. Contemporaneamente la pittrice romana dipingerà una tela enorme ispirata a ciò che vivrà e ispirante per chi la guarderà.