Benni: beato fra “Le Beatrici”

200_1_beatriciBIG

Titolo: LE BEATRICI
di: Stefano Benni
con: Valentina Chico – Elisa Marinoni – Alice Redini – Gisella Szaniszlò – Valentina Virando
scene e costumi: Luca Ralli
luci: Paolo Meglio
aiuto regia: Walter Leonardi
organizzazione: Teresa Rizzo
regia: Stefano Benni e Collettivo Beatrici
prodotto da: Marioletta Bideri per Bis Tremila in collaborazione con Bottega Rosenguild

Voto: 7 su 10

Stefano Benni dirige cinque splendide attrici per il suo nuovo testo teatrale “Le Beatrici”.
Vale la pena nominarle tutte, queste interpreti tanto giovani quanto già di mestiere: Gisella Szaniszlò è una irriverente Beatrice stanca di essere elogiata dal suo Dante per fantomatiche virtù angeliche (in realtà ha messo gli occhi su un calciatore della fiorentina e non vede l’ora di dimostrare al mondo intero che, come donna, lei “Tanto gentile e tanto onesta… pare!”). Alice Rendini (bravissima) è una ragazzina mostruosamente effimera e vuota, espressione di un mondo giovanile incredibilmente reale, nel suo essere palesemente fittizio. Elisa Marinoni è una spietata manager che ha trovato l’escamotage di celare i licenziamenti aziendali con un tocco di nouvelle cuisine. Valentina Virando (Premio Hystrio alla vocazione nel 2007) è una suora posseduta dal demone della sessualità repressa. Valentina Chico, infine, è una donna in attesa (unico dei monologhi a risultare un po’ troppo fuori tono con il resto dell’opera). Attrici affiatate, senza ombra di dubbio, che rendono il testo di Benni intelligibile parola per parola grazie a belle voci, tempi comici giusti e un pensiero di lettura comune che rispetta fedelmente l’ideologia del teatro dello scrittore bolognese. Probabilmente non è il suo lavoro migliore (per chi ha potuto amare “La topastra” o “Pinocchia” o “La signorina Papillon” qui rimarrà un po’ deluso), tuttavia la qualità rimane soprattutto nel finale, un monologo corale (ennesimo ossimoro di questo autore) di un personaggio femminile licantropo, che divora gli uomini con l’originalità che solo la scrittura di Benni ci può regalare.

Andrea Ozza

Tournée:
22 e 23 novembre: Genova festival eccellenze al femminile
19 dicembre: teatro Odeon a Roseto degli Abruzzi (Teramo)
20 dicembre: Teatro Italo Argentino a Agnone (Isernia)
21 dicembre: Teatro comunale a Atri (Teramo)
Dal 10 al 12 gennaio 2012: teatro di Rifredi Firenze
7 febbraio: Teatro Duse di Bologna
9 febbraio: Teatro Concordia di Venaria Reale (TO)
8 marzo: Teatro Politeama di Bra (CN)
9 marzo: Teatro Cagnoni di Vigevano (PV)
25 marzo: Imperia

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>