Andrea Falchi presenta il suo ultimo giallo: “Effetto farfalla, l’asimmetria dell’odio”

copertina

Effetto farfalla, l’asimmetria dell’odio

di Andrea Falchi

Felici Editore

Genere: giallo

Pagine: 180

La presentazione del libro Effetto farfalla, l’asimmetria dell’odio si svolgerà a Pisa il giorno 27 settembre alle ore 17.30 presso la libreria “La Feltrinelli” (corso Italia, 50). Interverrà Renzo Zucchini (scrittore e giallista).

L’autore

Falchi 2Andrea Falchi è nato a Pisa nel ‘76. Laureato in chimica, è un informatore scientifico del farmaco. Vincitore di vari concorsi letterari, ha pubblicato sei libri di poesie: Impressioni sulla scena, Gli occhi del poeta, Il silenzio dell’universo, Il guardiano del faro, Viaggio di Andata e Lo spazzino delle stelle. Ha inoltre pubblicato il suo primo romanzo, Binario 9 (Caosfera Edizioni), nel novembre 2011 al quale sono seguiti nel 2012 i gialli Effetto domino ed Effetto San Matteo (Del Bucchia Editore) e nel 2013 Effetto farfalla (Felici Editore) che hanno per protagonisti il commissario Silvestri e l’ispettore Titta. Ha inoltre collaborato col “Tirreno” nella rubrica “Il giallo del Lunedì” con il racconto Il delitto di via della Faggiola. Infine il racconto La burla di San Ranieri è inserita nell’antologia curata da Renzo Zucchini Giallo Pisano-Effetto Luminaria (Felici Editore).

Aria divertita e ampio sorriso, così si presenta il giovane autore pisano Andrea Falchi. Uno sguardo cristallino dal quale si scorge l’occhio clinico di un giallista giunto al suo terzo romanzo: Effetto farfalla, l’asimmetria dell’odio. Il libro, che sarà  presentato il 27 Settembre alle ore 17.30 presso la libreria Feltrinelli di Pisa, è stato definito da Marco Vichi (creatore del commissario Bordelli) “denso di ricordi, saturo di odori, carico di odio e di eros” da “leggere con tutti e cinque i sensi”. Per Alberto (un personaggio alla Jean-Baptiste Grenouille di Sϋskind), chimico gelatiere, infatti, il profumo diventa sinonimo di amore e di morte e solo attraverso quest’ultima realizzerà la sua ossessiva perversione. Solamente l’intuito asimmetrico del commissario Silvestri riuscirà a eludere le mille fragranze della propria adolescenza e di quella di Alberto, arrivando all’amara certezza che basta un fragile battito d’ali di farfalla per sconvolgere la vita di una persona. Leggere Effetto Farfalla è come entrare in una stanza piena di odori in cui odio-amore hanno lo stesso grado di miscelazione e l’aria è così satura da apparire, inevitabilmente, esplosiva.

Hai inaugurato con il racconto Il delitto di via della Faggiola la rubrica “Il giallo del Lunedì” sul quotidiano “Il Tirreno”. Ti trovi maggiormente a tuo agio con una forma di scrittura breve o con il romanzo?

La forma di scrittura breve si confà di più alle mie caratteristiche personali di sintesi. Il romanzo, però, mi dà possibilità di divertirmi di più anche perché io stesso non so mai come andrà a finire.

Il commissario Carlo Silvestri, lo scorbutico e un po’ caotico protagonista dei tuoi gialli, ha una speciale “mensola dell’intuizione”. Uno scaffale contenente circa una cinquantina di libri ai quali ricorre per risolvere vari casi di omicidio. Le migliori idee avvengono anche per te in maniera così casuale, sfogliando qualche testo?

L’associazione di idee, il famoso “saltare di palo in frasca” appartengono al mio peculiare modo di essere. Non solo trovo ispirazione nella lettura dei libri, ma anche nelle conversazioni con le persone comuni che mi capita tutti i giorni d’incontrare nel mio lavoro.

A soli 37 anni hai pubblicato sei libri di poesie, tre romanzi e due racconti. Non male per un informatore del farmaco di professione che per passione si diletta nella scrittura. La chimica fa spesso “capolino” nella tue pubblicazioni. È una semplice deformazione professionale o credi che una forma mentis analitico-matematica possa essere utile per un certo stile di narrazione?

Una certa mentalità scientifica aiuta sicuramente a ideare meglio la trama di un romanzo giallo. La chimica, poi, permea comunemente le nostre vite senza che sempre ce ne accorgiamo.

Effetto domino, Effetto San Matteo e adesso anche Effetto farfalla sono i titoli “ad effetto” dei tuoi gialli. A cosa è dovuta la scelta di tale serialità? C’è un collegamento? Hai influenzato anche il titolo della raccolta Effetto Luminaria, uscita in occasione dei festeggiamenti per il santo patrono di Pisa?

In un romanzo giallo che ha per protagonisti gli stessi personaggi è fondamentale la serialità fin dal titolo. Per quanto riguarda la scelta di inserire la parola “effetto” nella raccolta di racconti ringrazio l’editore perché in questo modo mi ha dato la possibilità di avere una continuità di presenza.

I tuoi romanzi sono tutti ambientati tra Pisa e il litorale tirrenico. Dai molto spazio alla parte descrittiva della città, alternando scorci paesaggistici a bellezze monumentali. È tua intenzione inventare un Montalbano toscano?

La mia narrazione non è in dialetto toscano, quindi non penso che Silvestri sarà un nuovo Montalbano. Sicuramente dal protagonista di Camilleri ha preso la dimensione onirica come momento di riflessione per la risoluzione di un caso di omicidio.

Nei tuoi romanzi sono frequenti riferimenti storico bibliografici e filologici inerenti ai luoghi dove si svolgono le scene. Da cosa è motivata questa tua “urgenza letteraria”?

Sono un amante della mia città (Pisa) e penso che molte persone che vi risiedono conoscano poco o niente degli aneddoti e dei personaggi che l’hanno resa famosa. Non si può pensare alla città solo in termini di Piazza dei Miracoli, pur stupenda che sia.

Prima di approdare al giallo ti sei dedicato alla poesia. Cosa ha fatto scattare il passaggio alla letteratura di genere? Pensi che tornerai alle origini o credi che ormai Silvestri si sia impossessato in maniera irrimediabile del suo autore?

Narrazione e poesia continuano a viaggiare su due binari paralleli. La poesia è istinto, ispirazione, la narrazione richiede più metodo. Se usassimo una metafora matematica, il romanzo giallo sarebbe un’equazione in cui c’è un’incognita da trovare, la poesia, invece, una bella espressione.

Tra i tuoi personaggi c’è qualcuno in particolare che riflette qualche aspetto del tuo carattere?

Il commissario Silvestri rispecchia un’estremizzazione del mio carattere, quella a cui accennavo prima, ovvero la capacità di risolvere le questioni della vita lasciandomi guidare dal giusto intuito sfruttando la capacità di ascolto di tutti i segnali che mi circondano.

Ci sono elementi autobiografici anche nelle storie che hai scritto o questo aspetto è presente esclusivamente nelle tue poesie?

No, non c’è niente di autobiografico. È  la vita di tutti i giorni che suggerisce le trame. Le poesie, invece, sono tutte di natura personale e autobiografica.

Ci saranno nuove avventure per il Commissario Silvestri e l’Ispettore Titta? A cosa stai lavorando in questo momento?

Ad ottobre uscirà all’interno della collettanea di Giallo Pisano 4 (Felici editore) un mio racconto dal titolo Il delitto perfetto che ha sempre per protagonisti l’inossidabile coppia Silvestri-Titta. A completare il quadro dei personaggi ci sarà un insolito trio formato da tre accademici (di tre diverse università pisane) che daranno vita a una involontaria successione di fraintendimenti fino all’inaspettata risoluzione di un vecchio caso di omicidio da parte del commissario Silvestri. Poi a marzo 2014, in occasione del capodanno pisano, uscirà Effetto culinaria, delitti ambientati in cucina, di differenti autori. Il mio racconto si intitolerà L’uovo a mezzogiorno in riferimento alla particolarità che alle 12.00 di ogni 25 marzo un fascio di luce entra da una finestra del duomo di Pisa e va a illuminare un uovo di marmo posto sopra una mensola decretando l’inizio di un nuovo anno.

Silvia Tomaselli

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>