“AMALUNA”, uno spettacolo del Cirque du Soleil, regia di Diane Paulus, la recensione

amaluna_cover

AMALUNA – Cirque du Soleil

Scritto e diretto da DIANE PAULUS
Scenografia SCOTT PASK
Costumi MÉRÉDITH CARON
Musiche di GUY DUBUC e MARC LESSARD
Sound designer Jacques Boucher
Lighting designer MATTHIEU LARIVÉE
Coreografie di KAROLE ARMITAGE E DEBRA BROWN
Coreografie Acrobatiche di CAITLAN MAGGS
Produttore Italiano Massimo Fregnani

Under The Grand Chapiteau (via Tor di Quinto – Roma) dal 29 Aprile al 11 Giugno 2017

Voto: 9 su 10

Scrivere in parole le sensazioni che si hanno guardando uno spettacolo come quello di AMALULA del Cirque du Soleil è impresa ardua. Ma altrettanto arduo è non condividere la bellezza e la poesia dalla quale si viene travolti alla fine della visione. È tornato a Roma, dopo 11 anni il circo più amato al mondo e Roma non sta deludendo le attese: diverse decine di migliaia i biglietti già venduti nella fase di prevendita e allestimenti da tutto esaurito giorno dopo giorno.

cirque-du-soleil-amalunaAMALUNA è uno spettacolo poetico e femminile scritto e diretto dalla regista Diane Paulus, vincitrice del Tony Award 2013, che racconta una storia d’amore, ispirata a La Tempesta di Shakespeare, ambientata su un’isola misteriosa (Amaluna), abitata da stravaganti e curiosi animali, e governata dai cicli della Luna.

La regina Prospera festeggia la maggiore età di sua figlia Miranda, in un cerimoniale che celebra la femminilità e il rinnovamento. Subito dopo, sarà la stessa Regina a causare una tempesta che porterà sull’isola un gruppo di giovani. Tra questi c’è Romeo che innamoratosi di Miranda dovrà superare dure prove per veder coronato il loro amore. Tutto il resto è un susseguirsi di numeri circensi di altissimo livello e grande precisione ben incastrate nella storia.

Durante lo spettacolo il pubblico viene catapultato e assorbito in questo mondo magico al quale dispiace sottrarsi al termine della performance. Le interazioni tra i 46 artisti (di 18 nazionalità diverse) e il pubblico sono numerose e continue. I confini di quest’isola magica non terminano al bordo della pista ma con la grande tenda da circo. Siamo tutti dentro AMALUNA! In questo senso contribuisce anche la scenografia (Scott Pask) che trasforma l’intera platea in una foresta (le strutture portanti del tendone diventano tronchi e fasci di rami).

AMALUNA è uno spettacolo in cui trionfa la femminilità. La regina Propesta, la principessa Miranda, la Luna, Mainha (balia di Miranda) sono figure sempre presenti e che tirano le fila dell’intero spettacolo. Anche la Band dal vivo è tutta al femminile. La stessa regina Prospera suona dal vivo il violoncello con suoni molto timbrati e vibrati che amplificano l’autorità e la magia del suo ruolo.

Peccato solo che alcuni numeri ampiamente pubblicizzati nel trailer ufficiale non fossero effettivamente presenti nella messa in scena. Ma poco importa, quando adulti e bambini a fine spettacolo sembrano sorridere alla stessa maniera: anche questa è magia!

Emanuele Tibelli

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>